L’App della Chiesa di Dio Onnipotente

Ascolta la voce di Dio e accogli il ritorno del Signore Gesù!

Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

L’opera di giudizio svolta da Dio negli ultimi giorni realizza e compie le profezie della Bibbia.

65

Ciò che è maggiormente predetto nelle Scritture è l’opera di giudizio e castigo di Dio negli ultimi giorni. Le Scritture menzionano Dio che emette il giudizio in almeno duecento punti; si può dire che tutti predicono che Dio compirà la Sua opera di giudizio e castigo negli ultimi giorni. Qui utilizzare solo una piccola porzione delle Scritture è sufficiente a dimostrare che Dio che mette in atto la Sua opera di giudizio e castigo è uno stadio inevitabile della Sua opera degli ultimi giorni. L’opera degli ultimi giorni di Dio consiste nell’utilizzare il metodo del giudizio e castigo per purificare, salvare e perfezionare l’umanità; è l’opera di classificazione di ogni persona secondo il tipo tramite il giudizio e il castigo, per finire l’età e costruire infine il Regno di Cristo, l’amato Regno di Dio. Questa è la cristallizzazione dell’opera di salvezza dell’umanità, in tre fasi, di Dio e un simbolo glorioso del Suo trionfo su Satana. Quindi, ovunque nelle Scritture, possiamo vedere scritte profezie sull’opera di giudizio di Dio negli ultimi giorni. Se qualcuno legge le Scritture per molti anni e, dall’inizio alla fine, non riesce a vedere l’opera di giudizio e castigo di Dio necessaria nella Sua opera degli ultimi giorni, allora costui è qualcuno che non comprende minimamente le Scritture; non è certamente una persona che conosce l’opera di Dio. Qui di seguito è riportata solo una piccola parte degli scritti espliciti tratti dalle Scritture, a dimostrazione che gli ultimi giorni dell’opera di Dio sono l’opera di giudizio e castigo:

le profezie della Bibbia

1. “E io m’accosterò a voi per il giudizio…, dice l’Eterno degli eserciti” (Malachia 3:5).

2. “Iddio è un giusto giudice, un Dio che s’adira ogni giorno” (Salmi 7:11).

3. “Ed egli giudicherà il mondo con giustizia, giudicherà i popoli con rettitudine” (Salmi 9:8).

4. “Quando verrà il tempo che avrò fissato, io giudicherò dirittamente” (Salmi 75:2).

5. “Egli giudicherà tra nazione e nazione e sarà l’arbitro fra molti popoli…” (Isaia 2:4).

6. “E il tuo obbrobrio e la tua ignominia saranno un ammaestramento e un oggetto di stupore per le nazioni che ti circondano, quand’io avrò eseguito su di te i miei giudizi con ira, con furore, con indignati castighi…” (Ezechiele 5:15).

7. “E quando sarà venuto, convincerà il mondo quanto al peccato, alla giustizia, e al giudizio” (Giovanni 16:8).

8. “Poich’egli viene a giudicare la terra; egli giudicherà il mondo con giustizia, e i popoli con rettitudine” (Salmi 98:9).

9. “Perciò gli empi non reggeranno dinanzi al giudizio, né i peccatori nella raunanza dei giusti” (Salmi 1:5).

10. “Fratelli, non mormorate gli uni contro gli altri, onde non siate giudicati; ecco il Giudice è alla porta” (Giacomo 5:9).

11. “E diceva con gran voce: Temete Iddio e dategli gloria poiché l’ora del suo giudizio è venuta…” (Apocalisse 14:7).

12. “Chi mi respinge e non accetta le mie parole, ha chi lo giudica: la parola che ho annunziata è quella che lo giudicherà nell’ultimo giorno” (Giovanni 12:48).

13. “Poich’egli viene, viene a giudicare la terra. Egli giudicherà il mondo con giustizia, e i popoli secondo la sua fedeltà” (Salmi 96:13).

14. “Gli avversari dell’Eterno saran frantumati. Egli tonerà contr’essi dal cielo; l’Eterno giudicherà gli estremi confini della terra, darà forza al suo re, farà grande la potenza del suo unto” (1 Samuele 2:10).

15. “Poiché è giunto il tempo in cui il giudizio ha da cominciare dalla casa di Dio…” (1 Pietro 4:17).

I quindici versetti di cui sopra, riguardanti il giudizio, affermano principalmente che Dio deve giudicare il mondo secondo giustizia ed eseguire il giudizio nei vari paesi e sollevano il punto chiave che “Iddio è un giusto giudice” “E io m’accosterò a voi per il giudizio” “ecco il Giudice è alla porta” “poiché l’ora del suo giudizio è venuta” “Poich’egli viene a giudicare la terra” “viene a giudicare la terra” e “il giudizio ha da cominciare dalla casa di Dio”. Tali abbaglianti parole fanno vedere chiaramente a noi tutti che Dio deve inevitabilmente venire sulla terra negli ultimi giorni e compiere l’opera di giudizio e castigo; l’opera di Dio degli ultimi giorni deve essere anche l’opera di giudizio e castigo. Dal momento che queste Scritture predicono e testimoniano che Dio verrà personalmente nel mondo dell’uomo a compiere l’opera di giudizio e castigo, quando Egli verrà, in quale modo esatto emetterà il giudizio e apparirà all’uomo? Questa è diventata la domanda più preoccupante per l’umanità. Dalle testimonianze scritte reali relative alle due fasi dell’opera di Dio nelle Scritture, possiamo capire un fatto come questo: a parte la voce diretta dello Spirito di Dio, solo quando il Signore Gesù incarnato venne sulla terra poté parlare e operare come Dio nella Sua identità. “Dio viene sulla terra”: queste parole sono ciò che Dio dice all’umanità corrotta, non ciò che dice al mondo spirituale. Questo si riferisce sicuramente all’incarnazione di Dio in terra che le persone sono in grado di vedere; non si riferisce certamente allo Spirito di Dio, che le persone non hanno alcun modo di vedere. Da ciò si può capire che, se Dio viene personalmente sulla terra per compiere la Sua opera di giudizio, deve incarnarSi in Cristo, il Figlio dell’uomo; solo dopo può parlare e operare con l’identità di Dio. Questo è certo oltre ogni dubbio. “Quest’opera, se non venisse compiuta attraverso l’incarnazione, non raggiungerebbe, dunque, il minimo risultato e non sarebbe in grado di salvare pienamente i peccatori. Se Dio non Si fa carne, rimane lo Spirito invisibile e intangibile all’uomo. L’uomo è una creatura di carne, e l’uomo e Dio appartengono a due mondi diversi e sono diversi per natura. Lo Spirito di Dio è incompatibile con l’uomo di carne e tra loro non può stabilirsi alcun rapporto; inoltre, l’uomo non può diventare uno spirito. Dunque lo Spirito di Dio deve diventare una delle creature e adempiere la Sua opera originaria. Dio può sia ascendere al luogo più alto sia umiliarsi diventando un uomo del creato, compiendo l’opera e vivendo tra gli uomini, ma l’uomo non può ascendere al luogo più alto e diventare uno spirito, né tantomeno può scendere nel luogo più basso. Pertanto, Dio deve farSi carne per svolgere la Sua opera. Proprio come nella prima incarnazione, solo la carne di Dio incarnato poté redimere l’uomo attraverso la Sua crocifissione, mentre non fu possibile per lo Spirito di Dio essere crocifisso come sacrificio per il peccato per l’uomo. Dio poté farSi direttamente carne per fungere da sacrifizio per il peccato per l’uomo, ma l’uomo non poté ascendere direttamente al cielo per prendere il sacrificio per il peccato che Dio aveva preparato per lui. Perciò Dio doveva fare la spola tra il cielo e la terra, anziché lasciare che l’uomo ascendesse al cielo per prendere questa salvezza, perché l’uomo era caduto e non poteva ascendere al cielo, né tantomeno ottenere il sacrificio per il peccato. Pertanto, fu necessario che Gesù venisse tra gli uomini e svolgesse di persona l’opera che non poteva semplicemente essere adempiuta dall’uomo. Ogni volta che Dio Si fece carne, ciò era assolutamente necessario. Se qualche fase dell’opera avesse potuto essere compiuta direttamente dallo Spirito di Dio, Egli non avrebbe tollerato le umiliazioni di farSi carne” (“Il mistero dell’incarnazione (4)” in La Parola appare nella carne). Dalle Scritture e dalle parole di Dio possiamo capire che Egli deve usare la via dell’incarnazione per venire personalmente sulla terra e compiere l’opera di giudizio; nei seguenti tre punti, i versetti lo confermano chiaramente: “Perché ha fissato un giorno, nei quale giudicherà il mondo con giustizia, per mezzo dell’uomo ch’Egli ha stabilito” (Atti 17:31). “E gli ha dato autorità di giudicare, perché è il Figliuol dell’uomo” (Giovanni 5:27). “Oltre a ciò, il Padre non giudica alcuno, ma ha dato tutto il giudizio al Figliuolo” (Giovanni 5:22). Tutti questi versetti predissero direttamente che Cristo sarebbe venuto personalmente sulla terra nella carne e che avrebbe eseguito il giudizio. In particolare, tutto ciò parla del “Figlio” e del “Figlio dell’uomo”; certamente i versetti si riferiscono a Cristo come incarnazione. Dio incarnato nel figlio dell’uomo è Cristo; questo è certo oltre ogni dubbio. Ciò ci fa capire che le profezie nelle Scritture relative a Dio che Si fa carne e compie la Sua opera di giudizio e castigo negli ultimi giorni non sono affatto poco numerose; se solo uno le cerca, le può vedere. Inoltre, ci sono alcuni testi che predicono direttamente come Dio compirà l’opera di giudizio e quali risultati essa otterrà. Ciò prova anche che l’opera di giudizio e castigo di Dio negli ultimi giorni è l’ultima opera per finire il piano di gestione di Dio; è l’opera volta a porre fine all’età delle tenebre e del male e a inaugurare l’età del Regno di Cristo. Per esempio:

1. “E i cieli proclameranno la sua giustizia; perché Dio stesso sta per giudicare” (Salmi 50:6).

2. “L’Eterno s’è fatto conoscere, ha fatto giustizia…” (Salmi 9:16).

3. “L’Eterno si presenta per discutere la causa, e sta in piè per giudicare i popoli” (Isaia 3:13).

4. “Egli chiama i cieli di sopra e la terra per assistere al giudicio del suo popolo” (Salmi 50:4).

5. “Egli manda scalzi i consiglieri, colpisce di demenza i giudici” (Giobbe 12:17).

6. “S’insegnerà forse a Dio la scienza? a lui che giudica quelli di lassù?” (Giobbe 21:22).

7. “Ora avviene il giudizio di questo mondo; ora sarà cacciato fuori il principe di questo mondo” (Giovanni 12:31).

8. “Egli riduce i principi a nulla, e annienta i giudici della terra” (Isaia 40:23).

9. “Ed eserciterò i miei giudizi su Moab, ed essi conosceranno che io sono l’Eterno” (Ezechiele 25:11).

10. “Lèvati, o Dio, giudica la terra, poiché tutte le nazioni hanno da esser la tua eredità” (Salmi 82:8).

11. “Ora dunque, o re, siate savi; lasciatevi correggere, o giudici della terra” (Salmi 2:10).

12. “La terra temette e tacque, quando Iddio si levò per far giudicio, per salvare tutti gl’infelici della terra” (Salmi 76:8-9).

13. “Quando aguzzerò la mia folgorante spada e metterò mano a giudicare, farò vendetta de’ miei nemici e darò ciò che si meritano a quelli che m’odiano” (Deuteronomio 32:41).

14. “Dite fra le nazioni: l’Eterno regna; il mondo quindi è stabile e non sarà smosso; l’Eterno giudicherà i popoli con rettitudine” (Salmi 96:10).

15. “Il Signore sa trarre i pii dalla tentazione e riserbare gli ingiusti ad esser puniti nel giorno del giudizio” (2 Pietro 2:9).

16. “Perché se Dio non risparmiò gli angeli che aveano peccato, ma li inabissò, confinandoli in antri tenebrosi per esservi custoditi pel giudizio” (2 Pietro 2:4).

17. “…e ho detto in cuor mio: ‘Iddio giudicherà il giusto e l’empio poiché v’è un tempo per il giudicio di qualsivoglia azione e, nel luogo fissato, sarà giudicata ogni opera’” (Ecclesiaste 3:17).

18. “E l’uomo che avrà la presunzione di non dare ascolto al sacerdote che sta là per servire l’Eterno, il tuo Dio, o al giudice, quell’uomo morrà…” (Deuteronomio 17:12).

19. “Lèvati, o Eterno, nell’ira tua, innalzati contro i furori de’ miei nemici, e dèstati in mio favore. Tu hai ordinato il giudicio” (Salmi 7:6-7).

20. “Con l’anima mia ti desidero, durante al notte; con lo spirito ch’è dentro di me, ti cerco; poiché, quando i tuoi giudizi si compion sulla terra, gli abitanti del mondo imparan la giustizia” (Isaia 26:9).

21. “Ora ti sovrasta la fine, e io manderò contro di te la mia ira, ti giudicherò secondo la tua condotta, e ti farò ricadere addosso tutte le tue abominazioni” (Ezechiele 7:3).

22. Io spanderò su di te il mio furore, sfogherò su di te la mia ira, ti giudicherò secondo la tua condotta, e ti farò ricadere addosso tutte le tue abominazioni (Ezechiele 7:8).

23. “Un fiume di fuoco sgorgava e scendeva dalla sua presenza; mille migliaia lo servivano, e diecimila miriadi gli stavan davanti. Il giudizio si tenne, e i libri furono aperti” (Daniele 7:10).

24. “Le nazioni si rallegrino e giubilino, perché tu giudichi i popoli con equità, e sei la guida delle nazioni sulla terra” (Salmi 67:4).

25. “Rimangono una terribile attesa del giudizio e l’ardor d’un fuoco che divorerà gli avversari” (Ebrei 10:27).

26. “Or noi sappiamo che il giudizio di Dio su quelli che fanno tali cose è conforme a verità” (Romani 2:2).

27. “Or io vi dico che d’ogni parola oziosa che avranno detta, gli uomini renderan conto nel giorno del giudizio…” (Matteo 12:36).

28. “Poiché noi sappiamo chi è Colui che ha detto: A me appartiene la vendetta! Io darò la retribuzione! E ancora: Il Signore giudicherà il suo popolo” (Ebrei 10:30).

29. “E Gesù disse: Io son venuto in questo mondo per fare un giudizio, affinché quelli che non vedono vedano, e quelli che vedono diventino ciechi” (Giovanni 9:39).

Nei suddetti 29 versetti delle Scritture, tutti noi possiamo chiaramente vedere i risultati conseguiti sotto ogni aspetto tramite l’opera di giudizio e castigo messa in atto nei confronti dell’umanità. Inoltre, il giudizio di Dio negli ultimi giorni non è rivolto solo a un’unica etnia o a un unico paese, ma si espande necessariamente in tutte le nazioni, in tutti gli stati e persino nella totalità dell’umanità. Quindi, il giudizio di Dio negli ultimi giorni è l’opera volta a concludere l’età antica e a inaugurarne una nuova. Allo stesso tempo, le persone sono anche in grado di capire che Dio, con il Suo giudizio, sta salvando gli umili e i devoti dalla tentazione e mantenendo gli iniqui nel castigo. Il giudizio di Dio permette alle persone sulla terra di imparare la giustizia, perseguire la verità e venire a conoscenza della giusta indole di Dio. Esso fa sì che tutte le persone comuni vadano davanti a Dio e Lo glorifichino e Lo venerino. Questo rivela completamente i risultati conseguiti da Dio che esprime la Sua giusta indole. Ciò dimostra, inoltre, che Egli non è solo un Dio misericordioso e amorevole, ma che, cosa più importante, ha ira e maestà e anche giudizio e castigo; Dio è soprattutto un Dio giusto. In effetti, l’indole intrinseca di Dio è un’indole che è principalmente giusta. Pertanto, Dio che viene sulla terra per mettere in atto l’opera di giudizio è il tempo in cui la giusta indole di Dio viene pienamente rivelata. L’umanità corrotta è classificata in base al tipo, grazie alla rivelazione della retta indole di Dio; tutti quelli che possono accettare il giudizio e il castigo di Dio negli ultimi giorni e obbedire loro saranno salvati e resi perfetti, e tutti coloro che rigettano il giudizio e il castigo di Dio saranno distrutti per aver resistito a Dio. Questo è il risultato ottenuto direttamente tramite il giudizio e il castigo di Dio negli ultimi giorni. Sono il giusto giudizio e il giusto castigo di Dio che purificano l’umanità, la salvano e, soprattutto, la perfezionano. Così, il trono di Dio viene saldamente stabilito sulla terra; anche la volontà di Dio può essere eseguita grazie al Suo giudizio e castigo. Dio che viene sulla terra per emettere il giudizio ha completamente confermato che l’immagine del Figlio dell’uomo è l’immagine del Signore del giudizio rappresentata nel libro dell’Apocalisse. Allo stesso tempo, questo conferma anche la profezia che “il tabernacolo di Dio con gli uomini”. Solo se Dio viene sulla terra può salvare l’umanità corrotta e solo con il giudizio e il castigo di Dio si può porre fine a quest’era malvagia. Sono il giudizio e il castigo di Dio che hanno gettato le basi per la venuta del Regno di Dio e che consentono la realizzazione del Regno di Cristo sulla terra. Questo è il risultato inevitabile e la cristallizzazione del completamento del piano di gestione di Dio per salvare l’umanità. Alla fine, il raduno di tutte le persone che sono state salvate costituisce il Regno di Cristo; questo adempie completamente le profezie di “Dio che viene nel Suo Regno” e “la nuova Gerusalemme, scender giu dal cielo d’appresso a Dio”. Chiaramente, il XXI secolo è il secolo di Dio che viene nel Suo Regno; è il secolo in cui il Regno di Cristo sarà realizzato sulla terra. Ancor di più, è il secolo in cui Dio porrà fine al destino di Satana e in cui Egli verrà personalmente sulla terra e prenderà il potere. Il Regno di un millennio sarà realizzato nel XXI secolo.

Da molte profezie nella Bibbia possiamo assolutamente capire che l’opera di giudizio di Dio negli ultimi giorni è vasta, possente e inarrestabile. Questo consente ancora di più di vedere chiaramente dalla Bibbia che l’opera di salvezza dell’umanità, in tre fasi, è l’intero piano di gestione di Dio per salvare l’umanità. Sebbene gran parte della Bibbia sia solo un rendiconto dell’opera di Dio durante l’Età della Legge e l’Età della Grazia, molto tempo fa le profezie dei profeti, del Signore Gesù e dell’Apocalisse rivelarono completamente l’opera di Dio negli ultimi giorni, cioè il quadro completo del giudizio e castigo nell’Età del Regno, facendo capire chiaramente dalla Bibbia l’opera in tre fasi del piano di gestione di Dio. Durante gli ultimi giorni, Dio utilizza il giudizio e il castigo per salvare l’umanità, classificarla secondo il tipo e porre fine a questa età oscura di malvagità e corruzione; questo è un fatto chiaro e innegabile. Se una persona non è in grado di capire dalla Bibbia l’opera di salvezza dell’umanità in tre fasi di Dio, non è certamente una persona che comprende la Bibbia e che conosce l’opera di Dio. Proprio mentre tutti attendono con trepidazione la nuova venuta del Signore Gesù, Dio Si è già incarnato parecchio tempo fa ed è giunto in segreto nella Cina continentale, adempiendo completamente le parole di Dio: “Ma quant’è a quel giorno ed al quell’ora, nessuno li sa, neppur gli angeli nel cielo, né il Figliuolo, ma solo il Padre” (Marco 13:32). Dio Onnipotente ha pronunciato milioni di parole, una dopo l’altra; in Cina Egli ha formalmente sollevato il sipario per il giudizio davanti al grande trono bianco, negli ultimi giorni, e il giudizio è già cominciato nella casa del Signore. Il popolo eletto di Dio in Cina può finalmente vedere la Sua apparizione nel giudizio e nel castigo. Sono le parole di Dio che testimoniano la Sua incarnazione, è la voce dello Spirito Santo che testimonia la venuta di Dio in persona sulla terra per svolgere l’opera di giudizio e castigo. Il popolo eletto di Dio accetta il giudizio e il castigo di Dio, la potatura e il trattamento e tutti i tipi di prove e perfezionamenti, sottomettendosi all’autorità delle Sue parole. Allo stesso tempo, fa esperienza della caccia e persecuzione del gran dragone rosso e di ogni tipo di prova e tribolazione e soffre ogni tipo di dolore e perfezionamento. Ora Dio ha finalmente conquistato, salvato e reso completo un gruppo di persone che sono un solo cuore e una sola volontà con Lui. Proprio come Dio Onnipotente dice con la Sua stessa voce: “Io non sarò facilmente indulgente con gli uomini per tutto quello che hanno fatto. Io scruterò tutta la terra, e apparendo nella parte orientale del mondo con giustizia, maestà, collera e castigo, Mi rivelerò alle innumerevoli moltitudini di esseri umani!” (“Il ventiseiesimo discorso” de I discorsi del Dio incarnato durante l’adempimento del Suo ministero in La Parola appare nella carne). Chiaramente, il giudizio davanti al grande trono bianco di Dio negli ultimi giorni è già cominciato, adempiendo e realizzando completamente tutte le profezie nella Bibbia.

da “Come conoscere l’opera di giudizio e castigo di Dio negli ultimi giorni” in Raccolta di sermoni – Provvista per la vita

Contenuti correlati