L’App della Chiesa di Dio Onnipotente

Ascolta la voce di Dio e accogli il ritorno del Signore Gesù!

Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

La parola di Dio ha cambiato le mie idee e i miei punti di vista sbagliati

5

di Peihe, provincia dell’Hubei

Ho sempre creduto che io e mio marito avremmo passato la vita “con il viso chino sul terreno e la schiena rivolta al sole” perché non abbiamo studiato abbastanza e non abbiamo alcuna conoscenza. È per questo che ho deciso che per quanto duramente dovessi lavorare o per quanto dovessi soffrire, avrei mandato i nostri figli a scuola così che potessero realizzare qualcosa e distinguersi dalla folla e non dovessero seguire le nostre orme. Con questo obiettivo in mente, io e mio marito mangiavamo e ci vestivamo in modo semplice e risparmiavamo ogni centesimo per mandare la nostra figlia maggiore alla scuola tecnica e il nostro figlio maggiore all’università. Avevamo ancora altri due figli, così per mandarli all’università mio marito ha dovuto lavorare per anni lontano dalla famiglia e io mi occupavo dei campi e dei maiali a casa dall’alba al tramonto. Ogni volta che il lavoro agricolo diventava troppo faticoso, desideravo semplicemente poter smettere. Considerando quanto è competitiva la società oggi, tuttavia, se non avessi mandato i miei figli a scuola, avrebbero avuto un futuro soltanto lavorando nel fango come me, non avrebbero mai ottenuto nulla e sarebbero stati guardati dall’alto in basso. Solo andando all’università avrebbero potuto trovare un buon lavoro o diventare funzionari, ottenere qualcosa, costruire un futuro per sé stessi e conquistare la gloria per noi. Quando ci pensavo, sentivo che sarebbe valsa la pena sopportare il dolore e la fatica. Così ogni giorno, quando mi svegliavo, mi tenevo così occupata con il mio lavoro che spesso non avevo il tempo per la lettura delle parole di Dio o per una normale vita spirituale, e ancora meno per una normale vita nella Chiesa o per adempiere ai miei doveri, ma non ci facevo caso e continuavo ad ammazzarmi di lavoro per i miei figli…

Di recente ho letto queste parole di Dio: “Per quanto riguarda i figli, tutti i genitori sperano che ricevano un’istruzione superiore e che un giorno si facciano strada, che abbiano un posto nella società come anche un reddito stabile e una certa influenza. Così potranno rendere onore alla stirpe. Tutti hanno questo punto di vista. È forse un’idea giusta sperare che ‘il figlio diventi un drago o la figlia una fenice’? Tutti vogliono che i loro figli frequentino un’università prestigiosa e poi facciano studi superiori, pensando che dopo la laurea spiccheranno tra la folla. Questo, perché in cuor loro tutti adorano la conoscenza, credendo che ‘il valore di altre occupazioni sia modesto, che lo studio dei libri le superi tutte’. Per di più la concorrenza è particolarmente accanita nella società moderna e, senza laurea, non hai neppure la certezza di poter portare il cibo in tavola. È così che la pensano tutti. […] Ma hai mai pensato a quante tossine e a quante idee e teorie di Satana gli verranno instillate dopo aver ricevuto quel tipo di educazione? […] Finché, un giorno, i tuoi figli tornano e tu gli dici di credere in Dio e loro mostrano ostilità. Dopo che gli hai parlato della verità, ti dicono che sei sciocco e ti deridono, ti prendono in giro per quello che dici. In quel momento penserai che aver mandato i tuoi figli in quelle scuole per ricevere una simile istruzione è stato scegliere la strada sbagliata, ma sarà troppo tardi per rimpianti. […] Quando si tratta dei propri figli, nessuno è disposto a condurli innanzi a Dio per accettare totalmente i punti di vista e le idee che Egli richiede, o per essere il tipo di persona che Dio vuole. Le persone non vogliono e non osano farlo. Temono che, se lo facessero, i loro figli non avrebbero di che vivere o un futuro nella società, Che cosa conferma questo punto di vista? Conferma che l’umanità non ha alcun interesse, né fiducia, e inoltre non ha alcuna fede sincera nella verità o in Dio. Quello che l’umanità rispetta e adora nel proprio cuore è ancora questo mondo, pensando che le persone che lo lasciano non potranno sopravvivere. […] Queste idee e punti di vista umani sono in opposizione a Dio, sono un tradimento e un rifiuto di Dio, incompatibili con la verità” (“Soltanto conoscendo le tue idee fuorviate puoi conoscere te stesso” in “Registrazione dei discorsi di Cristo”). Ogni singola parola di Dio mi ha commossa profondamente. Tutti quegli anni passati a sopportare ogni tipo di privazione, di lavoro faticoso, e a non badare a spese perché i miei figli potessero andare all’università, e perché? Perché credevo nella regola di sopravvivenza di Satana: “Il valore di altre ricerche è scarso, lo studio dei libri le supera tutte”. Sotto l’influsso del veleno di Satana mettevo la conoscenza al di sopra di qualunque altra cosa e pensavo che solo con la conoscenza fosse possibile distinguersi, ottenere le cose, avere un futuro e conquistare il prestigio nella società. Pensavo che le persone prive di istruzione fossero una classe inferiore meritevole di disprezzo, i più abietti tra gli abietti. Così, per assicurarmi che i miei figli potessero farsi strada nel mondo ed evitare di vivere “con il viso chino sul terreno e la schiena rivolta al sole”, facevo tutto ciò che era in mio potere per mandarli a studiare e offrire loro un’istruzione superiore. Per moltissimi anni avevo anteposto il mio obiettivo a qualunque altra cosa e intanto avevo seppellito le parole di Dio, i miei doveri e la mia salvezza in un angolo della mia mente. Il veleno di Satana mi aveva danneggiata davvero profondamente! Pur seguendo Dio da anni, non avevo ottenuto la verità e i miei punti di vista non erano affatto cambiati. Ciò che veneravo era ancora la conoscenza, e ciò che bramavo e su cui contavo era Satana. Ero proprio una miscredente che seguiva le tendenze terrene e resisteva a Dio!

In seguito, leggendo costantemente le parole di Dio, ho capito che un po’ di conoscenza può permetterci di avere alcune cose come il buon senso, le intuizioni e i principi nella vita, e che questo tipo di conoscenza può essere alquanto vantaggiosa per noi. Quasi tutta la conoscenza, tuttavia, viene da varie teorie di Satana ed è costituita da credenze erronee ed eresie che egli usa per ingannare e corrompere le persone. Satana utilizza lo studio e l’erudizione per convincere con l’inganno le persone a ricevere la sua istruzione, quindi versa il suo veleno e i suoi pensieri nelle loro menti e, una volta che il veleno è stato somministrato, le persone vengono completamente assorbite da pensieri atei e credenze erronee che negano Dio e Gli resistono, così che Satana raggiunga i suoi obiettivi di corrompere e divorare le persone. Frasi come “Non c’è mai stato alcun Salvatore”, “Gli esseri umani discendono dalle scimmie”, “Tutte le condizioni atmosferiche sono foggiate dalla natura”, “Il destino è nelle proprie mani” e “Ognuno per sé e che gli altri si arrangino” sono tutte idee e punti di vista riguardanti le teorie del materialismo e dell’evoluzione. Sono state inoculate nelle parti più profonde dei nostri cuori e ci inducono a resistere a Dio e a negare la Sua esistenza sempre di più. Poiché non riuscivo a intuire l’inganno di Satana, sono stata impaziente di mandare i miei figli a ricevere un’istruzione satanica, consegnandoli a Satana senza mai considerare come portarli dinanzi a Dio o far accettare loro la verità che viene da Lui e farli vivere secondo le Sue prescrizioni. Di recente mio figlio si è laureato e, pur avendo acquisito molte conoscenze, era saturo di tutte le credenze erronee ed eresie di Satana. Quando ho accennato alla fede in Dio, ha fatto sfoggio di ogni tipo di conoscenze e teorie scientifiche per confutarmi, mi ha definita incolta, ignorante e priva di discernimento, ha detto che avrei dovuto credere nella scienza… Di fronte a tutto ciò ho provato un profondo rimpianto e solo allora mi sono resa conto che tutta la cultura e la conoscenza sataniche sono contrarie alla verità e ostili a Dio. Sono gli strumenti che Satana usa per corrompere e controllare le persone. Sono arrivata a capire anche che avere molte conoscenze non è una buona cosa. Più alta è l’istruzione che le persone ricevono e più conoscenze acquisiscono, più sono i veleni satanici instillati dentro di loro, più esse si allontanano da Dio, più è difficile per loro accettare la verità e più è arduo per loro ricevere la salvezza di Dio. Si potrebbe dire che più libri una persona legge e più conoscenze ha, più è grave la sua resistenza a Dio. Questo tipo di conoscenza è una cosa molto pericolosa!

Alla fine la rivelazione di Dio mi ha fatto capire che “Il valore di altre ricerche è scarso, lo studio dei libri le supera tutte” è una credenza erronea satanica, soltanto una delle menzogne di Satana per ingannare, illudere e corrompere le persone. Ho compreso che, vivendo sotto il suo dominio e accettando la sua istruzione ideologica, possiamo soltanto diventare sempre più corrotti. Allo stesso tempo ho capito che solo portando i nostri figli dinanzi a Dio per leggere le Sue parole e comportarsi secondo le Sue prescrizioni possiamo fare in modo che vivano vite significative. Proprio in quel momento sono venuta dinanzi a Dio e Gli ho aperto il mio cuore: “Dio, non voglio più essere ingannata e tormentata da Satana, voglio cercare attivamente la verità e modificare tutte le mie idee erronee, voglio che le Tue parole siano la base della mia esistenza e voglio portare i miei due figli minori dinanzi a Te, così che possano ricevere la Tua salvezza e diventare persone autentiche”.

Contenuti correlati

  • Una rinascita

    Sono nato in una famiglia rurale impoverita e di mentalità arretrata. Fin dalla giovane età ero presuntuoso, e il mio desiderio di prestigio era particolarmente intenso. Col tempo, tramite l’influenza sociale e un’educazione tradizionale, accolsi nel mio cuore ogni sorta di regole sataniche per la sopravvivenza.

  • Rendersi conto di aver seguito la strada dei farisei

    Ma io ero una persona che stava facendo il suo dovere di creatura o facevo solo il mio lavoro come un operaio? In quel momento ripensai a varie situazioni passate. Quando la chiesa aveva molto lavoro da svolgere, altri fratelli e sorelle dicevano: “Voi siete veramente caricati dell’opera di Dio”.

  • Chi conosce il cuore materno di Dio?

    A questo punto, nel mio cuore non posso che sviluppare un profondo senso di colpa verso Dio: “Oh Dio! Per tutto il tempo in cui Ti ho seguito, anche se credevo in Te, non Ti conoscevo. Non solo ho ciecamente e falsamente frainteso il Tuo cuore materno, Ti ho anche causato troppo dolore. Non merito per niente di venire di fronte a Te e sono ancora meno degna di essere salvata.

  • Uscire dalla confusione

    Dieci anni fa, guidata dalla mia natura arrogante, non ero mai in grado di obbedire completamente alle disposizioni della chiesa. Obbedivo se queste mi si confacevano, altrimenti sceglievo se obbedire o meno. Questo provocò, nell’esecuzione del mio compito