L’App della Chiesa di Dio Onnipotente

Ascolta la voce di Dio e accogli il ritorno del Signore Gesù!

Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Testimoni per Cristo degli ultimi giorni

Colori a tinta unita

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Larghezza pagina

Risultati della ricerca 0

La ricerca non ha prodotto risultati

VIII. Si deve comunicare in modo chiaro l’aspetto della verità riguardante la differenza tra l’opera di Dio e l’opera dell’uomo

4. Chi crede in Dio deve essere capace di discernere i falsi pastori e gli anticristi per abbandonare la religione e tornare a Dio.

i falsi pastori, gli anticristi, i falsi cristi, Cristo negli ultimi giorni

Versetti biblici di riferimento:

“Così parla il Signore, l’Eterno: Guai ai pastori d’Israele, che non han fatto se non pascer se stessi! Non è forse il gregge quello che i pastori debbon pascere? Voi mangiate il latte, vi vestite della lana, ammazzate ciò ch’è ingrassato, ma non pascete il gregge. Voi non avete fortificato le pecore deboli, non avete guarito la malata, non avete fasciato quella ch’era ferita, non avete ricondotto la smarrita, non avete cercato la perduta, ma avete dominato su loro con violenza e con asprezza” (Ezechiele 34:2-4).

Guardatevi dai falsi profeti i quali vengono a voi in vesti da pecore, ma dentro son lupi rapaci” (Matteo 7:15).

Sono ciechi, guide di ciechi; or se un cieco guida un altro cieco, ambedue cadranno nella fossa” (Matteo 15:14).

Parole di Dio attinenti:

L’opera di un lavoratore non qualificato è di gran lunga meno efficace; la sua opera è insensata. Egli può solo imporre regole alle persone; ciò che chiede alle persone non varia da individuo a individuo; non lavora in ragione degli effettivi bisogni delle persone. In questo genere di opera ci sono troppe regole e troppe dottrine, e questo non può condurre le persone alla realtà o alla normale pratica della crescita nella vita. Può solo far sì che le persone siano in grado di rispettare poche regole prive di valore. Questo tipo di guida può solo condurre le persone fuori strada. Ti porta a diventare simile a lui; egli può portarti a ciò che lui ha ed è. Perché i seguaci sappiano discernere se una guida è qualificata, la chiave è guardare al percorso al quale tale guida conduce e ai risultati del suo lavoro e vedere se i seguaci ricevono i principi in accordo con la verità e se ricevano percorsi di pratica adatti perché ne vengano trasformati. Dovresti fare una distinzione fra i lavori diversi di tipi di persone differenti; non dovresti essere un seguace insensato. Questo incide sulla questione del tuo ingresso. Se non sei in grado di distinguere quale guida abbia un sentiero e quale non lo abbia, verrai facilmente tratto in inganno. Tutto ciò ha un impatto diretto sulla tua stessa vita.

da “L’opera di Dio e l’opera dell’uomo” in La Parola appare nella carne

L’opera nella mente dell’uomo viene ottenuta con eccessiva facilità dall’uomo. Pastori e guide nel mondo religioso, per esempio, confidano nei propri doni e nella propria posizione per svolgere il loro lavoro. Le persone che li seguono per lungo tempo verranno influenzate dai loro doni e da qualche aspetto di ciò che sono. Essi si concentrano su doni, abilità e conoscenze delle persone e fanno attenzione ad alcuni aspetti soprannaturali e a molte dottrine profondamente irrealistiche (ovviamente, tali profonde dottrine sono inarrivabili). Non si concentrano sui cambiamenti nell’indole delle persone, e si concentrano invece sull’allenare le capacità di predicazione e di opera delle persone, migliorandone le conoscenze e arricchendole di dottrine religiose. Non si concentrano su quanto l’indole delle persone sia cambiata o su quanto le persone comprendano la verità. Non si preoccupano della sostanza delle persone e ancor meno cercano di conoscerne gli stati normali o anomali. Non confutano le nozioni delle persone né rivelano le proprie e ancora meno correggono le loro mancanze o corruzioni. La maggior parte delle persone che li seguono servono mediante i propri doni naturali, e ciò che esprimono è conoscenza e vaga verità religiosa, del tutto prive di qualsiasi contatto con la realtà e del tutto incapaci di infondere vita alle persone.

da “L’opera di Dio e l’opera dell’uomo” in La Parola appare nella carne

Molte persone alle Mie spalle bramano la benedizione del prestigio, s’ingozzano di cibo, amano dormire e prestare ogni attenzione alla carne, sempre timorosi che non esista alcuna alternativa ad essa. Non assolvono le proprie funzioni ordinarie in Chiesa, mangiano gratis, oppure ammoniscono i loro fratelli e le loro sorelle con le Mie parole, si elevano e spadroneggiano sugli altri. Queste persone continuano a dire di attuare la volontà di Dio, di essere intimi con Lui, non è assurdo? Se hai le giuste motivazioni, ma non sei capace di servire la volontà di Dio, allora ti stai comportando da sciocco; ma se le tue motivazioni non sono oneste, e affermi comunque di servire Dio, allora sei una persona che si oppone a Lui e dovresti essere punito! Non provo alcuna simpatia per queste persone! Nella casa di Dio mangiano gratuitamente e desiderano sempre le comodità della carne, senza tenere conto delle esigenze divine; in ogni occasione cercano ciò che è utile a loro, senza prestare attenzione alla volontà di Dio; tutto ciò che fanno non è osservato dallo Spirito di Dio, manipolano tutto il tempo e tramano contro i loro fratelli e le sorelle; hanno una doppia faccia, come una volpe in un vigneto, che ruba sempre l’uva calpestando la vigna. Persone simili potrebbero essere intime con Dio? Sei adatto ad accogliere le Sue benedizioni? Non ti assumi alcuna responsabilità per la tua vita e per la Chiesa, sei degno di ricevere incarichi da Lui? Chi si azzarderebbe a dare fiducia a uno come te? Quando sa che servi in questo modo, Dio potrebbe osare di affidarti un compito più grande? Non stai rimandando le cose?

da “Come servire Dio conformemente alla Sua volontà” in La Parola appare nella carne

Tu servi Dio con la tua inclinazione naturale e secondo le tue preferenze personali; continui a pensare, inoltre, che Dio ami qualunque cosa ti piaccia e che detesti qualunque cosa non ti piaccia, dunque svolgi la tua opera unicamente in base alle tue preferenze. Questo si può forse definire servizio a Dio? Alla fine la tua indole vitale non cambierà di una virgola, anzi, diventerai più testardo perché starai servendo Dio, e così la tua indole corrotta sarà ancora più radicata. In questo modo, svilupperai interiormente regole sul servizio di Dio fondate principalmente sul tuo carattere, e sull’esperienza derivata dal servizio svolto secondo la tua indole. È questa la natura dell’esperienza e degli insegnamenti umani. È questa la filosofia di vita dell’uomo. Persone di questo genere si trovano tra i farisei e i religiosi. Se non aprono gli occhi e non si pentono, a lungo andare si trasformeranno nei falsi cristi che appariranno negli ultimi giorni. Saranno impostori. I falsi cristi e gli impostori che furono preannunciati proverranno da questa categoria di persone. Se coloro che servono Dio seguono il proprio carattere e agiscono secondo la propria volontà, corrono il rischio costante di essere eliminati. Coloro che dedicano molti anni di esperienza al servizio di Dio per irretire i cuori delle persone, per rimproverarle e controllarle, per elevare sé stessi, senza mai pentirsi, confessarsi né rinunciare ai vantaggi della propria posizione, cadranno dinanzi a Dio. Sono individui simili a Paolo, presuntuosi e inclini a fare sfoggio della propria anzianità. Dio non porterà alla perfezione gente di questo tipo. Questo genere di servizio interferisce con l’opera di Dio.

da “Il servizio religioso deve essere bandito” in La Parola appare nella carne

Quando la gente normale fa commenti su di voi, che siete le guide all’interno della Chiesa, voi dite: “Uhmm, che cosa ti fa pensare che puoi fare dei commenti su di me? Quanti sermoni sei in grado di preparare? Quanto a lungo sei in grado di parlare? Quante persone sei capace di guidare? Che cosa sei capace di fare?” è come se voi foste qualificati. Se continuate in questo modo vi ritroverete nei pasticci; potreste anche servire per un po’, ma poi farete una brutta fine. Per quanto riguarda tutti voi, se una certa area o un certo settore è affidato a voi, e nessuno vi supervisiona per sei mesi, iniziate ad andare fuori strada. Se nessuno ti supervisiona per un anno, li condurrai lontano e fuori strada. Due anni passano e ancora nessuno ti supervisiona, e tu porti quelle persone davanti a te. Perché questo? Avete mai preso in considerazione questa questione, prima? DiteMi, potreste essere così? La vostra conoscenza può fornirvi delle persone solo per un po’. Con il passare del tempo, se continui a dire le stesse cose, alcune persone saranno in grado di dirlo; tutti diranno che sei troppo superficiale, che manchi di profondità. Non avrai altra scelta che cercare di ingannare le persone parlando di dottrine e, se continui a comportarti in questo modo, quelli sotto di te seguiranno i tuoi metodi, i tuoi passi, e ti prenderanno a modello per credere in Dio e fare esperienza, e metteranno in pratica quelle parole e quelle dottrine, e alla fine, poiché tu parli in tal modo, ti prenderanno ad esempio. Porterai le persone a parlare di dottrine e quelli sotto di te apprenderanno da te delle dottrine, e con il progredire delle cose avrai intrapreso la strada sbagliata. Tutti quelli sotto di te ti seguono, così tu pensi: sono potente adesso; un numero così consistente di persone mi presta ascolto e il mondo è a mia completa disposizione. Questo tradimento nell’uomo inconsapevolmente ti fa trasformare Dio in un semplice figurante, e tu finisci per costituire una specie di denominazione, di setta. Come nascono le denominazioni e le sette? Nascono in questo modo. Guarda ai capi di ogni denominazione e setta. Sono tutti arroganti e presuntuosi e interpretano la Bibbia fuori contesto e secondo la loro personale immaginazione. Fanno tutti affidamento su doni e cultura per fare il loro lavoro. Se non fossero capaci di predicare alcunché, quelle persone li seguirebbero? Essi possiedono, dopo tutto, una certa conoscenza, e possono parlare di un po’ di dottrina, o sapere come persuadere altri o come usare certi stratagemmi, mediante i quali hanno portato le persone al proprio cospetto e le hanno ingannate. Di nome, queste persone credono in Dio—ma in realtà seguono le loro guide. Se incontrassero coloro che predicano la vera via, alcuni di loro direbbero: “Dobbiamo consultare lui circa la nostra fede in Dio”. Vedi come abbiano bisogno del permesso di qualcuno per credere in Dio; non è questo un problema? Che cosa sono diventate, pertanto, tali guide? Non sono diventati dei Farisei, falsi pastori, anticristi e ostacoli all’accettazione della vera via da parte delle persone? Questo tipo di persone appartiene allo stesso genere di Paolo.

da “Solo la ricerca della verità è vera fede in Dio” in Registrazione dei discorsi di Cristo

Una dimostrazione di arroganza è la ribellione a Dio. Dopo esserti ribellato a Lui, sei incline a creare un regno tutto tuo, a fare le cose a modo tuo, a controllare gli altri e ad attirarli nel tuo abbraccio. Gli uomini sono capaci di fare cose simili; con la loro sostanza arrogante, sono diventati arcangeli ed essa ha stabilito che fossero tali e che probabilmente accantonino Dio. Con questa indole, sei senza Dio.

Perché molti capi di varie confessioni non accettano mai nulla di ciò che diciamo, a prescindere da quante volte abbiamo predicato loro e da quanti tentativi abbiamo fatto? L’arroganza è già diventata la loro natura e sono senza Dio. Alcuni dicono: “Dio è tra gli uomini guidati da quella persona, ed essa Lo brama veramente!”. Il semplice fatto che quell’individuo riesca a indurre gli altri a credere in lui significa che Dio sia nel suo cuore? No, vero? Egli è in grado di convincere gli altri a seguirlo e a tenerlo in gran conto, di monopolizzarli; non permette loro di andare altrove a cercare Dio e la verità e crede che quest’ultima sia contenuta nelle sue parole. Come si considera? Alla stregua di Dio. Così, a causa di questa sua arroganza, solo ed esclusivamente per questa ragione, ha fatto cose che si ribellano a Dio.

da “La natura arrogante dell’uomo è la radice della sua opposizione a Dio” in Registrazione dei discorsi di Cristo

Quando Dio Si fa carne e viene tra gli uomini, ecco che tutti vedono Dio e ascoltano le Sue parole e tutti assistono all’operato di Dio nella carne. A quel tempo, tutte le concezioni dell’uomo si sciolgono come neve al sole. Quanto a coloro che vedono Dio che Si manifesta nella carne, nessuno di quelli che hanno l’obbedienza nel cuore sarà condannato, mentre coloro che volutamente si ergono contro di Lui saranno considerati Suoi avversari. Questi uomini sono degli anticristi e sono dei nemici che volontariamente si oppongono a Dio. […] Coloro che si oppongono volontariamente al Dio incarnato, saranno puniti per la loro disobbedienza. La loro ostinata opposizione a Dio deriva dalle loro concezioni su di Lui, che sono di ostacolo all’opera divina. Tali uomini resistono e distruggono consapevolmente l’opera di Dio. Non soltanto nutrono delle concezioni riguardo a Dio, ma intralciano la Sua opera, ed è per questo motivo che tale genere di uomo è destinato ad essere condannato.

da “Tutti coloro che non conoscono Dio sono coloro che si oppongono a Dio” in La Parola appare nella carne

La persona più disobbediente è quella che intenzionalmente sfida e resiste a Dio. Costui è nemico di Dio e un anticristo. Una persona simile conserva sempre ostilità contro la nuova opera di Dio, non mostra alcuna intenzione di sottomettersi e non ha mai obbedito volentieri o umiliato sé stesso. Esalta se stesso davanti agli altri e non si sottomette mai ad un altro. Davanti a Dio, si considera il più esperto nel predicare la “Parola” e il più abile nel lavorare sugli altri. Non rinuncia mai ai tesori già in suo possesso, ma li tratta come cimeli di famiglia da essere adorati, da essere predicati agli altri e utilizzati per fare lezione a quegli sciocchi che lo adorano. Ci sono infatti alcune di queste persone nella Chiesa. Si può dire che esse siano gli “eroi indomiti”, che, generazione dopo generazione, dimorano nella casa di Dio. Pensano che predicare la “Parola” (dottrina) sia il loro dovere più alto. Un anno dopo l’altro e una generazione dopo l’altra, essi svolgono il loro sacrosanto dovere. Nessuno osa toccarli e nessuno osa rimproverarli apertamente. Sono diventati “re” nella casa di Dio e agiscono tirannicamente attraverso le età. Questi demoni cercano di unire le forze e tutti insieme distruggere la Mia opera; come posso permettere a questi diavoli viventi di esistere davanti a Me?

da “L’obbediente vero sarà sicuramente guadagnato da Dio” in La Parola appare nella carne

La vostra opposizione a Dio e il vostro ostruzionismo all’opera dello Spirito Santo sono causati dalle vostre concezioni e dalla vostra intrinseca arroganza. Non è perché l’opera di Dio sia sbagliata, ma perché voi siete per natura troppo disobbedienti. Dopo aver trovato la propria fede in Dio, alcune persone non sanno nemmeno dire con certezza da dove venga l’uomo, eppure hanno il coraggio di fare discorsi pubblici in cui valutando ciò che è giusto e ciò che è sbagliato nell’opera dello Spirito Santo, arrivando al punto di insegnare agli apostoli che posseggono la nuova opera dello Spirito Santo, commentando e parlando a sproposito; la loro umanità è infima e non vi è la benché minima ragione in loro. Non verrà forse il giorno in cui queste persone verranno rigettate dall’opera dello Spirito Santo e bruciate dalle fiamme dell’inferno? Non conoscono l’opera di Dio, eppure criticano la Sua opera e cercano persino di istruire Dio su come lavorare. Come fanno degli individui così irragionevoli a conoscere Dio? L’uomo giunge a conoscere Dio cercandoLo e facendoNe l’esperienza; non è criticandoLo a ruota libera che l’uomo giunge a conoscere Dio attraverso l’illuminazione dello Spirito Santo. Più è accurata la conoscenza di Dio da parte delle persone, tanto meno Gli si opporranno. Al contrario, meno le persone conoscono Dio, tanto più è probabile che Gli si oppongano. Le tue nozioni, la tua vecchia natura e la tua umanità, il tuo carattere e la tua prospettiva morale sono il “capitale” con cui resisti a Dio, e più sei corrotto, degradato e vile, più sei nemico di Dio. Coloro che nutrono gravi preconcetti e hanno un’indole presuntuosa sono ancora più in inimicizia con il Dio incarnato, e tali persone sono gli anticristi.

da “Conoscere le tre fasi dell’opera di Dio è il percorso per conoscere Dio” in La Parola appare nella carne

Vedi che alcuni dicono cose stupide e ignoranti, ma vengono perdonati e le loro responsabilità non vengono prese in considerazione. Perché non vale la stessa cosa per altri? Perché hanno detto cose troppo gravi: “Tu sei Dio, ma non Ti obbedirò ugualmente”. Costoro sono anticristi; sfidano Dio e non accettano la verità.

da “Per servire Dio occorre percorrere il cammino di Pietro” in Registrazione dei discorsi di Cristo

In ogni singola Chiesa vi sono persone che disturbano la Chiesa, che interrompono l’opera di Dio. Costoro sono tutti Satana sotto mentite spoglie nella famiglia di Dio. Un tal genere di esseri umani sono bravi soprattutto a imitare, a presentarsi rispettosamente a Me, annuendo e inchinandosi, comportandosi come cani rognosi, dedicando “tutto” ciò che hanno al fine di raggiungere i propri obiettivi, ma mostrano tuttavia il loro orribile volto ai fratelli e alle sorelle. Quando vedono qualcuno che pratica la verità lo attaccano e lo escludono, e se vedono uno più terribile di loro lo adulano e lo blandiscono, agendo come tiranni nella Chiesa. Si può dire che la maggioranza delle Chiese possieda questo tipo di “infame serpente locale”, un tal genere di “cagnolino” nel suo seno. Essi gironzolano insieme, facendosi l’occhiolino e lanciandosi segnali segretamente l’uno con l’altro, e nessuno di essi pratica la verità. Chi possiede più veleno è “il demonio capo”, e chi possiede maggior prestigio li guida, portando in alto la loro bandiera. Queste persone sono scatenate nella Chiesa, diffondendo la loro negatività, emettendo morte, facendo e dicendo ciò che piace loro, senza che alcuno osi fermarle, e sono ripiene di indole satanica. Non appena cominciano a creare disturbo, un’aria di morte entra nella Chiesa. Coloro che praticano la verità all’interno della Chiesa vengono abbandonati e non sono in grado di raggiungere il proprio potenziale, mentre coloro che disturbano la Chiesa e diffondono morte corrono scatenati al suo interno. La cosa peggiore è che la maggioranza della gente li segue. Un simile genere di Chiesa è semplicemente sotto il controllo di Satana e il diavolo è il suo re. Se le persone nella Chiesa non insorgono e non eliminano questi capi demoni, anch’esse andranno in rovina prima o poi. D’ora in avanti devono essere presi provvedimenti contro questo tipo di Chiesa. Se coloro che sono capaci di praticare un po’ di verità non si impegnano nella ricerca, tale Chiesa verrà quindi bandita. Se non c’è nessuno in una Chiesa disposto a praticare la verità, nessuno che mantenga ferma la testimonianza per Dio, tale Chiesa andrebbe allora completamente ostracizzata e i suoi legami con le altre Chiese interrotti. Questo è seppellire la morte e scacciare Satana.

da “Un monito per coloro che non praticano la verità” in La Parola appare nella carne

Se vi sono diversi infami serpenti locali in una Chiesa, nonché alcune piccole mosche che li seguono e non hanno il benché minimo discernimento, se coloro che sono nella Chiesa ancora non riescono a sciogliere i vincoli e scrollarsi di dosso la manipolazione di questi serpenti dopo aver visto la verità, allora quegli stolti verranno eliminati. Anche qualora queste piccole mosche non abbiano fatto niente di terribile, esse sono ancora più astute, ancora più viscide ed evasive, e chiunque sia così verrà eliminato. Non ne resterà neanche uno! Chi appartiene a Satana verrà restituito a Satana, mentre chi appartiene a Dio andrà sicuramente a caccia della verità; ciò è determinato dalle rispettive nature. Periscano tutti coloro che seguono Satana! Nessuna pietà verrà mostrata a costoro. Lasciamo che coloro che cercano la verità se ne approvvigionino e consentiamo loro di godere della parola di Dio a piacimento. Dio è giusto, Egli non tratta gli esseri umani ingiustamente. Se sei un diavolo, sarai incapace di praticare la verità. Se sei uno che cerca la verità, sicuramente non cadrai preda di Satana: questo è fuori di dubbio.

da “Un monito per coloro che non praticano la verità” in La Parola appare nella carne

Pagina precedente:Bisogna riconoscere la differenza tra Cristo incarnato, i falsi Cristi e i falsi profeti.

Pagina successiva:Come si può conoscere l’essenza divina di Cristo?

Potrebbero interessarti anche