01 Cosa significa esattamente “essere salvati”? E cosa significa “ottenere la piena salvezza”?

Molti ritengono che, credendo nel Signore, i loro peccati siano perdonati, che essere salvati una volta equivalga a essere salvati per sempre e che, quando il Signore ritornerà, loro potranno essere subito rapiti nel Regno dei Cieli. Tuttavia, anche se i peccati dell’uomo vengono perdonati, queste persone sono ancora vincolate alla loro natura peccaminosa e vivono in un circolo vizioso dove peccano e si confessano, senza avere la capacità di liberarsi. La natura peccaminosa dell’uomo non è stata purificata. La Bibbia dice: “[…] la santificazione senza la quale nessuno vedrà il Signore” (Ebrei 12:14). Coloro che non sono stati ancora purificati dalla loro natura peccaminosa sono, quindi, coloro che hanno ottenuto la piena salvezza? Sono in grado di essere rapiti nel Regno dei Cieli? Cosa significa esattamente “essere salvati”? E cosa significa “ottenere la piena salvezza”?

Versetti biblici di riferimento

“Infatti Iddio non ha mandato il Suo Figliuolo nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di Lui” (Giovanni 3:17).

“Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi non avrà creduto sarà condannato” (Marco 16:16).

“Perché questo è il Mio sangue, il sangue del patto, il quale è sparso per molti per la remissione dei peccati” (Matteo 26:28).

“La santificazione senza la quale nessuno vedrà il Signore” (Ebrei 12:14).

“Non chiunque Mi dice: ‘Signore, Signore’, entrerà nel Regno dei Cieli, ma chi fa la volontà del Padre Mio che è ne’ cieli” (Matteo 7:21).

“Essi son quelli che seguono l’Agnello dovunque vada. Essi sono stati riscattati di fra gli uomini per esser primizie a Dio ed all’Agnello. E nella bocca loro non è stata trovata menzogna: sono irreprensibili” (Apocalisse 14:4-5).

02Soltanto l’opera di giudizio di Dio negli ultimi giorni può consentire alle persone di sbarazzarsi della loro natura peccaminosa, essere purificate e ottenere la piena salvezza

Alcuni pensano che, nella fede nel Signore, “cambiare” voglia dire “praticare secondo la parola del Signore” cose come l’umiltà e la pazienza, portare la croce, amare i propri nemici e dominare il proprio corpo, come pure abbandonare le cose terrene e operare e predicare per il Signore. Se tutto ciò che devono fare è proseguire in questa direzione per poter ottenere la salvezza di Dio, come mai allora, chiedono, hanno bisogno di accettare l’opera di giudizio di Dio negli ultimi giorni?

Versetti biblici di riferimento

“In verità, in verità vi dico che chi commette il peccato è schiavo del peccato. Or lo schiavo non dimora per sempre nella casa: il figliuolo vi dimora per sempre” (Giovanni 8:34-35).

“Molte cose ho ancora da dirvi; ma non sono per ora alla vostra portata; ma quando sia venuto Lui, lo Spirito della verità, Egli vi guiderà in tutta la verità” (Giovanni 16:12-13).

“E se uno ode le Mie parole e non le osserva, Io non lo giudico; perché Io non son venuto a giudicare il mondo, ma a salvare il mondo. Chi Mi respinge e non accetta le Mie parole, ha chi lo giudica: la parola che ho annunziata è quella che lo giudicherà nell’ultimo giorno” (Giovanni 12:47-48).

“Così anche Cristo, dopo essere stato offerto una volta sola, per portare i peccati di molti, apparirà una seconda volta, senza peccato, a quelli che l’aspettano per la loro salvezza” (Ebrei 9:28).

03La promessa di Dio e le Sue benedizioni per chi è purificato e raggiunge la piena salvezza

Versetti biblici di riferimento

“Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini; ed Egli abiterà con loro, ed essi saranno Suoi popoli, e Dio Stesso sarà con loro e sarà loro Dio; e asciugherà ogni lagrima dagli occhi loro e la morte non sarà più; né ci saran più cordoglio, né grido, né dolore, poiché le cose di prima sono passate” (Apocalisse 21:3-4).

“Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese. A chi vince io darò a mangiare dell'albero della vita, che sta nel paradiso di Dio” (Apocalisse 2:7).

“Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese. Chi vince non sarà punto offeso dalla morte seconda” (Apocalisse 2:11).

“Beati coloro che lavano le loro vesti per aver diritto all’albero della vita e per entrare per le porte nella città!” (Apocalisse 22:14).

“Essi son quelli che vengono dalla gran tribolazione, e hanno lavato le loro vesti, e le hanno imbiancate nel sangue dell’Agnello. Perciò son davanti al trono di Dio, e Gli servono giorno e notte nel Suo tempio; e Colui che siede sul trono spiegherà su loro la sua tenda. Non avranno più fame e non avranno più sete, non li colpirà più il sole né alcuna arsura; perché l’Agnello che è in mezzo al trono li pasturerà e li guiderà alle sorgenti delle acque della vita; e Iddio asciugherà ogni lagrima dagli occhi loro” (Apocalisse 7:14-17).

Essere salvati vs ottenere la piena salvezza

Sito ufficiale