Le tre fasi dell’opera di Dio

Altro

Parole di Dio attinenti

In che modo le tre fasi dell’opera di Dio si rafforzano gradualmente per fare sì che le persone vengano salvate e perfezionate?

L’intera gestione di Dio è divisa in tre stadi, in ognuno dei quali vengono fatte all’uomo richieste pertinenti. Inoltre, con il trascorrere e il progredire delle età, le richieste di Dio al genere umano si fanno sempre più elevate. Così, passo dopo passo, quest’opera di gestione di Dio raggiunge il proprio vertice, finché l’uomo contempla “la Parola appare nella carne”, e in tal modo le richieste all’uomo si fanno ancora più elevate, e le richieste all’uomo di rendere testimonianza si fanno ancora più elevate. … In passato, all’uomo era richiesta l’osservanza della legge e dei comandamenti, e gli era chiesto di essere paziente e umile.

Relazioni tra le tre fasi dell’opera di Dio.

Da quella di Jahvè a quella di Gesù e da quest’ultima a quella nel periodo attuale, queste tre fasi rivestono interamente l’ampiezza della gestione divina e sono tutte opera di un unico Spirito. Da quando Dio ha creato il mondo, ha sempre gestito l’umanità. Egli è il principio e la fine, è il primo e l’ultimo, ed è Colui che inaugura un’epoca e la porta a compimento. Le tre fasi del Suo operato, in diverse epoche e luoghi differenti, sono sicuramente attuate da un solo Spirito. Tutti coloro che le separano si oppongono a Dio.

Lo scopo e il significato di ciascuna delle tre fasi dell’opera di Dio

L’opera che Jahvè compì tra gli Israeliti stabilì il luogo di origine terrena di Dio fra gli uomini, il Suo luogo sacro dove era presente. Egli limitò la Sua opera al popolo d’Israele. In un primo momento, Egli non aveva operato al di fuori di Israele; invece, scelse un popolo che ritenne adatto al fine di limitare la portata della Sua opera. Israele è il luogo in cui Dio creò Adamo ed Eva, e dalla polvere di quel luogo Jahvè fece l’uomo; è la base della Sua opera sulla terra. Gli Israeliti, che sono i discendenti di Noè e di Adamo, furono le fondamenta del lavoro di Jahvè sulla terra.

Gli scopi delle tre fasi dell’opera di gestione dell’umanità svolta da Dio

Il Mio intero piano di gestione, che copre seimila anni, consiste di tre fasi o tre età: prima, l’Età della Legge; seconda, l’Età della Grazia (che è anche l’Età della Redenzione); e infine l’Età del Regno. La Mia opera in queste tre diverse età differisce a seconda della natura di ciascuna età, ma in ciascuno stadio si accorda con i bisogni dell’uomo—o piuttosto, varia con il variare degli stratagemmi utilizzati da Satana nella Mia guerra contro di lui.

Video di consultazione

Visualizza altri

Giudizio degli ultimi giorni

Altro

Parole di Dio attinenti

Dio ha redento l’umanità durante l’Età della Grazia, quindi perché deve comunque svolgere l’opera di giudizio negli ultimi giorni?

All’epoca, l’opera di Gesù era la redenzione di tutta l’umanità. I peccati di tutti coloro che credevano in Lui venivano perdonati; bastava credere in Lui, perché Egli ti redimesse; se credevi in Lui, non eri più un peccatore, venivi liberato dei tuoi peccati. Questo è ciò che significava essere salvati ed essere giustificati per mezzo della fede.

L’opera di giudizio di Dio negli ultimi giorni è il giudizio del grande trono bianco, come profetizzato nel libro dell’Apocalisse.

Come detto in precedenza, il giudizio comincerà dalla casa di Dio. Questo “giudizio” si riferisce al giudizio che Dio compie oggi su coloro che vengono dinanzi al Suo trono negli ultimi giorni. Forse c’è chi crede in certe fantasie soprannaturali, come quella che quando arriveranno gli ultimi giorni, Dio costruirà un grande tavolo in cielo, sul quale verrà stesa una tovaglia bianca, quindi siederà su un grande trono e tutti gli uomini si inginocchieranno a terra. Dio dovrà poi svelare tutti i peccati formulati contro ogni uomo, per stabilire se egli debba salire al cielo o essere inviato giù nello stagno di fuoco e di zolfo. Non importa quali siano le fantasie dell’uomo, la sostanza dell’opera di Dio non può essere modificata. Le fantasie dell’uomo non sono altro che costrutti dei pensieri umani e provengono dal cervello dell’uomo, sintetizzate e messe insieme sulla base di ciò che l’uomo ha visto e sentito.

In che modo l’opera di giudizio di Dio durante gli ultimi giorni purifica e salva l’umanità?

Quando, questa volta, Egli Si trasforma in carne, la Sua opera deve esprimere la Sua indole, soprattutto attraverso il castigo e il giudizio. Usando questo come fondamento, Egli porta maggiore verità all’uomo, mostra più percorsi per praticare, e in tal modo raggiunge il Suo obiettivo di conquistare l’uomo e di salvarlo dalla sua indole corrotta. Questo è ciò che sta dietro l’opera di Dio nell’Età del Regno.

Video di consultazione

Visualizza altri

L’incarnazione di Dio

Altro

Parole di Dio attinenti

Come si dovrebbe comprendere che Cristo è la verità, la via e la vita?

“Nel principio era la Parola, e la Parola era con Dio, e la Parola era Dio, e la Parola è stata fatta carne”. Ecco (l’opera della Parola appare nella carne) l’opera che Dio compirà negli ultimi giorni, ed è il capitolo finale di tutto il Suo piano di gestione. Dio deve, dunque, venire sulla terra e manifestare le Sue parole in carne.

Perché si dice che le due incarnazioni di Dio completano il significato dell’incarnazione?

La prima incarnazione aveva lo scopo di redimere l’uomo dal peccato attraverso la carne di Gesù, il quale ha salvato l’uomo attraverso la croce, ma l’indole satanica e corrotta fa ancora parte dell’uomo. La seconda incarnazione non serve più come sacrificio per il peccato, bensì per salvare completamente quelli che sono stati riscattati dal peccato. Questa seconda incarnazione serve, piuttosto, a fare sì che coloro che sono stati perdonati possono essere anche liberati dai loro peccati e, attraverso la completa purificazione e trasformazione di indole, possano slegarsi dall’influenza oscura di Satana e tornare davanti al trono di Dio. Solo così l’uomo può essere completamente santificato. Dio ha iniziato l’opera della salvezza nell’Età della Grazia, quando l’Età della Legge era giunta al termine.

Perché si dice che l’umanità corrotta ha maggiormente bisogno della salvezza del Dio incarnato?

Dio Si è fatto carne perché l’oggetto della Sua opera non è lo spirito di Satana o qualsiasi cosa incorporea, bensì l’uomo, che è di carne ed è stato corrotto da Satana. Proprio perché la carne dell’uomo è stata corrotta, Dio ha fatto dell’uomo carnale l’oggetto della Sua opera; Inoltre, perché l’uomo è l’oggetto della corruzione, Egli ha fatto dell’uomo l’unico oggetto della Sua opera in tutte le fasi della Sua opera di salvezza. L’uomo è un essere mortale, è di carne e sangue e Dio è l’unico che può salvare l’uomo. In questo modo Dio deve diventare carne che possiede gli stessi attributi dell’uomo, al fine di compiere la Sua opera in modo che la Sua opera possa ottenere effetti migliori. Dio deve diventare carne per compiere la Sua opera proprio perché l’uomo è di carne ed è incapace di superare il peccato o svestire se stesso dalla carne.

Video di consultazione

Visualizza altri

Da dove provengono le dicerie e come vengono create?

Quando la terra ancora non esisteva, l’arcangelo era il più grande degli angeli del cielo. Aveva la giurisdizione sugli angeli del cielo; questa era l’autorità che Dio gli aveva concesso. A eccezione di Dio, era il più grande degli angeli del cielo.

Dissipare la nebbia per vedere la vera luce

Altro
Visualizza altri

Testimonianze del ritorno a Dio

Altro

Ho accolto il ritorno del Signore

Dopo aver ascoltato le parole di Dio e la spiegazione della sorella, mi sentii come se mi fossi risvegliato da un sogno e capii di aver finalmente compreso come distinguere tra il vero Cristo e i falsi cristi. Ciò mi fece sentire felice e vergognare allo stesso tempo; vidi la mia pietosa condizione di persona senza la verità. Pensai al perché avevo ripetutamente rifiutato l’opera di Dio degli ultimi giorni.

Il Signore è apparso a est

di Qiu Zhen, Cina Un giorno, mia sorella mi telefonò e mi disse che era tornata dal nord e che aveva qualcosa di importante da dirmi. Mi chiese di pa…

Il sentiero per la purificazione

Mi chiamo Christopher e sono un pastore di una Chiesa famiglia delle Filippine. Nel 1987 venni battezzato e ritornai al Signore Gesù. Per grazia del Signore, nel 1996 divenni pastore della Chiesa locale. In quel periodo, oltre che in molti luoghi delle Filippine, predicai anche in posti come Hong Kong e la Malesia.

Visualizza altri