L’App della Chiesa di Dio Onnipotente

Ascolta la voce di Dio e accogli il ritorno del Signore Gesù!

Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

La Parola appare nella carne

Colori a tinta unita

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Linea Spazio

Larghezza pagina

Risultati della ricerca 0

La ricerca non ha prodotto risultati

Capitolo 96

Castigherò tutti coloro che sono nati da Me ma che non Mi hanno ancora conosciuto in tutta la Mia ira, nel Mio grande potere e nella Mia piena saggezza. In Me ogni cosa è giusta e non ci sono assolutamente ingiustizia, inganno e disonestà; chiunque sia disonesto e ingannevole deve essere figlio dell’inferno, nato nell’Ade. In Me ogni cosa è manifesta; qualunque cosa Io dica di compiere viene compiuta e qualunque cosa Io dica di istituire viene istituita, e nessuno può cambiare o emulare queste cose perché Io sono l’unico e il solo Dio Stesso. In ciò che sta per arrivare, tutti coloro che sono nel gruppo dei Miei figli primogeniti predestinati e scelti saranno rivelati a uno a uno, e tutti coloro che non sono in questo gruppo saranno da Me eliminati. È così che svolgo e compio la Mia opera. In questo preciso istante rivelo soltanto alcune persone affinché i Miei figli primogeniti possano vedere le Mie magnifiche azioni, ma in seguito non opererò in questo modo. Piuttosto, procederò dalla situazione generale invece di lasciare che mostrino la loro vera natura a uno a uno (poiché i demoni sono fondamentalmente tutti uguali, è sufficiente sceglierne soltanto alcuni a mo’ di dimostrazione). Tutti i Miei figli primogeniti hanno la chiarezza nel cuore e non è necessario che Io dia spiegazioni (perché al momento stabilito saranno sicuramente rivelati uno dopo l’altro).

La Mia natura è mantenere le promesse, e in Me nulla è nascosto e occulto. Qualunque cosa dobbiate capire ve la dirò interamente, ma qualunque cosa non dobbiate sapere non ve la dirò assolutamente, per timore che non siate in grado di restare saldi. Non salvate poco soltanto per perdere molto, non ne varrebbe affatto la pena. Credete che Io sia il Dio onnipotente e ogni cosa si compirà e diventerà facile e piacevole. È così che faccio le cose. A chiunque creda permetterò di vedere, e a chiunque non creda non permetterò di conoscere né mai di capire. In Me non c’è alcuna sensibilità né misericordia, e chiunque offenda il Mio castigo lo ucciderò certamente senza pietà, trattando tutti nello stesso modo. Io sono lo Stesso verso tutti. Non ho sentimenti personali e non agisco in alcun modo emotivamente. Come posso non permettere alle persone di vedere la Mia giustizia e maestà? Queste sono la Mia saggezza e la Mia indole, che nessuno può cambiare né conoscere totalmente. Le Mie mani hanno sempre il controllo di ogni cosa, in ogni momento, e predispongo tutto affinché Mi renda servizio e sia ai Miei ordini. Numerose persone stanno rendendo servizio per Mio conto allo scopo di compiere il Mio piano di gestione, però alla fine vedono le benedizioni ma non riescono a goderne. Penoso! Tuttavia nessuno può cambiare il Mio cuore. Questo è il Mio decreto amministrativo (quando si tratta del decreto amministrativo, questo è ciò che nessuno può modificare, dunque quando parlo al futuro, se Mi metto in testa qualcosa, è certamente il Mio decreto amministrativo. Ricordate! È inoffensibile! Affinché non subiate alcuna perdita) e fa anche parte del Mio piano di gestione. È la Mia opera, non una cosa che qualunque uomo possa fare. Devo fare questo, devo predisporre questo, che è sufficiente per dimostrare la Mia onnipotenza e per manifestare la Mia ira.

Quasi nessuno conosce ancora la Mia umanità e ha le idee chiare al riguardo. L’ho detto diverse volte, ma siete ancora confusi e non capite granché. Tuttavia questa è la Mia opera e ora, in questo momento, chiunque conosca, conosce e chiunque non conosca, non lo costringo. Può essere soltanto così. Ho parlato distintamente e non lo dirò in seguito (perché ho detto troppo e l’ho detto molto chiaramente. Chi Mi conosce ha certamente l’opera dello Spirito Santo e senza dubbio è uno dei Miei figli primogeniti. Chi non Mi conosce non lo è sicuramente e dimostra che ho già tolto il Mio spirito da lui). Alla fine, però, farò in modo che tutti Mi conoscano, che Mi conoscano completamente sia nella Mia umanità sia nella Mia divinità. Queste sono le fasi della Mia opera e devo operare in questo modo. Questo è anche il Mio decreto amministrativo. Tutti devono chiamarMi l’unico vero Dio, e lodarMi e acclamarMi senza sosta.

Il Mio piano di gestione è già stato completato appieno e ogni cosa è compiuta da molto tempo. Agli occhi umani sembra che gran parte della Mia opera sia ancora in corso, ma l’ho predisposta adeguatamente e tutto ciò che vi aspetta è il suo completamento secondo le Mie fasi, a una a una (perché prima della creazione del mondo prestabilii chi sarebbe stato in grado di resistere alla prova, chi non avrebbe potuto essere scelto e predestinato da Me, e chi non avrebbe potuto condividere la Mia sofferenza. Coloro che possono farlo, cioè che sono predestinati e scelti da Me, e permetterò loro di trascendere ogni cosa). Nel Mio cuore ho le idee chiare riguardo a chi ricopre ogni ruolo. Sono ben consapevole di chi Mi rende servizio, di chi è un figlio primogenito e di chi è tra i Miei figli e il Mio popolo. Conosco tutto questo come il palmo della Mia mano. Chiunque Io abbia definito in passato come figlio primogenito lo è ancora, e chiunque Io non abbia definito in passato come tale non lo è ancora. Qualunque cosa Io faccia, non la rimpiango e non la cambio facilmente. Penso ciò che dico (in Me nulla è frivolo), e non cambia mai! Coloro che Mi rendono servizio lo fanno sempre: sono il Mio bestiame, i Miei cavalli (ma queste persone non sono mai illuminate nello spirito; quando le uso, sono utili ma, quando non le uso, le uccido. Quando parlo di bestiame e di cavalli, Mi riferisco a coloro che non sono illuminati nello spirito, che non Mi conoscono e che Mi disobbediscono e, anche se sono obbedienti, remissivi, semplici e onesti, sono ancora bestiame e cavalli reali). Ora, quasi tutti sono sfrenati e liberi dinanzi a Me, parlano e ridono con noncuranza e hanno un comportamento irriverente. Vedono solo la Mia umanità e non la Mia divinità. Nella Mia umanità, questi comportamenti possono essere ammissibili e riesco a perdonarli, ma nella Mia divinità non è così facile. In futuro deciderò che hai peccato bestemmiandoMi. In altre parole, la Mia umanità si può offendere, ma la Mia divinità no, e chiunque entri in leggero conflitto con Me lo giudicherò immediatamente, senza alcun ritardo. Non pensare di poter parlare e agire con noncuranza perché hai un nesso con Me e con Me hai dimestichezza da molti anni. In realtà non Me ne importa granché! A prescindere da chi sia, lo tratterò con giustizia. Questa è la Mia giustizia.

I Miei misteri vengono rivelati agli uomini e diventano sempre più chiari giorno dopo giorno, seguendo le fasi della rivelazione, il che è sufficiente a mostrare la velocità della Mia opera. Questa è la Mia saggezza (non lo dico direttamente. Illumino i Miei figli primogeniti e acceco la progenie del gran dragone rosso). Inoltre, oggi vi rivelerò il Mio mistero attraverso Mio figlio. Oggi vi rivelerò cose inimmaginabili per le persone affinché conosciate accuratamente e abbiate una comprensione chiara. Inoltre, questo mistero esiste in tutti al di fuori dei Miei figli primogeniti, ma nessuno riesce a capirlo. Benché sia dentro ciascuna persona, nessuno è in grado di riconoscerlo. Che cosa sto dicendo? Nella Mia opera e nei Miei discorsi durante questo periodo menziono spesso il gran dragone rosso, Satana, il diavolo e l’arcangelo. Che cosa sono? Quali sono i loro rapporti? Che cosa si manifesta in queste cose? Le manifestazioni del gran dragone rosso sono l’opposizione a Me, la mancanza di conoscenza e di comprensione dei significati delle Mie parole, le frequenti persecuzioni nei Miei confronti e il tentativo di usare macchinazioni per interrompere la Mia gestione. Satana si manifesta così: lottando contro di Me per il potere, cercando di impossessarsi dei Miei eletti e diffondendo parole negative per ingannare il Mio popolo. Le manifestazioni del diavolo (coloro che non accettano il Mio nome, che non credono, sono tutti diavoli) sono le seguenti: bramare i piaceri della carne, abbandonarsi a desideri malvagi, vivere schiavi di Satana, alcuni resistendoMi e alcuni sostenendoMi (ma non dimostrando che sono i Miei amati figli). Le manifestazioni dell’arcangelo sono le seguenti: parlare in modo insolente, essere empi, adottare spesso il Mio tono per fare la predica alle persone, concentrarsi soltanto sull’imitazione della Mia esteriorità, mangiare ciò che Io mangio e usare ciò che Io uso; in breve, voler essere sul Mio stesso piano, essere ambizioso ma mancare della Mia qualità e non avere la Mia vita, essere uno spreco. Satana, il diavolo e l’arcangelo sono tutti tipiche dimostrazioni del gran dragone rosso, perciò coloro che non sono predestinati e scelti da Me sono tutti la sua progenie: è assolutamente così! Sono tutti Miei nemici (tuttavia le interferenze di Satana sono escluse. Se la tua natura è la Mia qualità, nessuno può cambiarla. Poiché ora vivi ancora nella carne, di tanto in tanto ti troverai di fronte le tentazioni di Satana, è inevitabile, ma devi sempre stare attento). Pertanto abbandonerò tutta la progenie del gran dragone rosso al di fuori dei Miei figli primogeniti. La loro natura non può mai cambiare ed è la qualità di Satana. È il diavolo che essi manifestano, e l’arcangelo che essi vivono. È proprio vero. Il gran dragone rosso di cui parlo non è tale: piuttosto, è lo spirito malvagio che si oppone a Me, di cui “gran dragone rosso” è un sinonimo. Così tutti gli spiriti al di fuori dello Spirito Santo sono malvagi e si possono anche definire la progenie del gran dragone rosso. Dovrebbe essere chiaro e limpido per tutti.

Pagina precedente:Capitolo 95

Pagina successiva:Capitolo 97