Capitolo 1

Coloro che sono testimoni della Mia parola la accettano veramente? Mi conoscono veramente? Avete davvero appreso l’obbedienza? Vi impegnate sinceramente per Me? Mi avete realmente reso una testimonianza forte e inflessibile di fronte al gran dragone rosso? La vostra devozione umilia veramente il gran dragone rosso? Solo attraverso la prova della Mia parola posso conseguire il Mio obiettivo di purificare la Chiesa e scegliere coloro che veramente Mi amano. Se non operassi in questo modo, ci sarebbe forse qualcuno in grado di conoscerMi? Chi può capire la Mia maestà, la Mia ira e la Mia saggezza mediante la Mia parola? Terminerò ciò che ho cominciato, ma comunque sono Io a misurare il cuore degli uomini. In verità, nessun uomo Mi capisce pienamente, perciò Io li guido con la parola e in questo modo li conduco verso una nuova era. Alla fine, userò le parole per compiere tutta la Mia opera, facendo sì che tutti coloro che Mi amano sinceramente possano, con piena sottomissione, fare ritorno nel Mio Regno, affinché vivano davanti al Mio trono. La situazione non è quella di un tempo, e la Mia opera ha intrapreso un nuovo punto di partenza. Stando così le cose, vi sarà un nuovo metodo: coloro che leggono la Mia parola e la accettano come loro vita effettiva sono il popolo del Mio Regno. Poiché si trovano nel Mio Regno, sono il Mio popolo nel Regno. Poiché sono guidati dalla Mia parola, anche se vengono chiamati il Mio popolo, questo appellativo non è affatto al di sotto di quello di Miei “figli”. In quanto Mio popolo, tutti devono essere fedeli nel Mio Regno e compiere il proprio dovere, e coloro che violano i Miei decreti amministrativi devono subire la Mia punizione. Questo è il Mio monito a tutti.

Poiché ora viene utilizzato un nuovo metodo, non è necessario ridire tutto ciò che proviene dal passato. Tuttavia Io ho detto queste parole: ciò che ho detto deve essere preso in considerazione, ciò che è preso in considerazione deve essere portato a termine, e questo nessuno può modificarlo; è un assoluto. Che si tratti di ciò che ho detto nel passato o di ciò che dirò nel futuro, tutto avverrà, e tutta l’umanità lo vedrà. Questo è il principio alla base delle Mia parole e della Mia opera. Poiché l’edificazione della Chiesa è già stata realizzata, questa ormai non è più l’era dell’edificazione della Chiesa, ma piuttosto l’era in cui viene costruito efficacemente il Regno. Tuttavia, poiché voi siete ancora in terra, le vostre assemblee continueranno a chiamarsi Chiesa. Nondimeno, l’essenza della Chiesa non è uguale a prima e ha riscontrato un vero successo. Perciò dico che il Mio Regno è disceso in terra. Nessuno può afferrare la radice della Mia parola, né può capire lo scopo che vi sta dietro. Mentre Io parlo oggi, voi potreste sperimentare un’epifania. Qualcuno potrebbe scoppiare in un forte pianto pieno d’amarezza; qualcuno potrebbe temere che sia questo il modo in cui Io parlo; qualcuno ancora potrebbe restare attaccato ai propri punti di vista conservatori nell’osservare ogni Mio movimento; qualcuno potrebbe pentirsi di aver espresso le proprie rimostranze o di averMi opposto resistenza in un momento dato; qualcuno potrebbe rallegrarsi segretamente del fatto che, non essendosi mai separato dal Mio nome, ora viene risollevato. Potrebbe esserci qualcuno che, essendo stato “tormentato” molto tempo fa dalle Mie parole fino a essere ridotto in fin di vita, sconsolato e abbattuto, proprio non se la sente di ascoltare le parole che Io pronuncio, nonostante Io abbia cambiato il modo in cui Mi esprimo; oppure qualcun altro che, avendo servito Me con devozione fino a un certo punto, senza mai lamentarsi e dubitare, oggi è fortunato abbastanza da conseguire la liberazione e nel cuore prova nei Miei confronti una gratitudine non esprimibile a parole. Ciascuna delle circostanze sopraccitate è applicabile, in misura diversa, a ogni essere umano. Ma poiché il passato è passato e adesso è il presente, non vi è più necessità di bramare il passato, né di preoccuparsi del futuro. Tra gli uomini, coloro che si oppongono alla realtà e non fanno le cose secondo la Mia guida non andranno incontro a una bella fine e attireranno su di sé soltanto guai. Di tutto ciò che avviene nell’universo, non vi è nulla in cui Io non abbia l’ultima parola. Che cosa esiste che non sia nelle Mie mani? Tutto ciò che dico avviene, e fra gli uomini chi vi è che possa farMi cambiare idea? Potrebbe forse essere il patto che ho stipulato in terra? Nulla può ostacolare il Mio progetto; Io sono onnipresente nella Mia opera così come nel Mio piano di gestione. Quale uomo potrà interferire? Non sono forse Io ad aver disposto tali preparativi? All’entrare oggi in questa situazione, comunque nulla si allontana dal Mio progetto o da ciò che Io ho previsto; tutto è stato stabilito da Me molto tempo fa. Chi fra voi può sondare il Mio progetto per questa fase? Il Mio popolo ascolterà la Mia voce, e ognuno di coloro che veramente Mi amano ritorneranno davanti al Mio trono.

20 febbraio 1992

Pagina precedente: Introduzione

Pagina successiva: Capitolo 2

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Connettiti con noi su Messenger
Contattaci su WhatsApp

Contenuti correlati

Concentrati di più sulla realtà

A ogni persona è data la possibilità di essere perfezionata da Dio. Di conseguenza, ognuno dovrebbe capire quale servizio rendere a Dio per...

Capitolo 11

Tutti gli uomini dovrebbero accettare l’osservazione del Mio Spirito, dovrebbero esaminare attentamente ogni loro parola e azione e,...

Che cosa sai della fede?

Nell’uomo esiste solamente l’incerta parola della fede, eppure l’uomo non sa in cosa essa consista, e men che meno sa perché egli ha fede....

Impostazioni

  • Testo
  • Temi

Colori omogenei

Temi

Carattere

Dimensioni carattere

Interlinea

Interlinea

Larghezza pagina

Indice

Cerca

  • Cerca in questo testo
  • Cerca in questo libro