L’App della Chiesa di Dio Onnipotente

Ascolta la voce di Dio e accogli il ritorno del Signore Gesù!

Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Come si dovrebbe fare esperienza del giudizio e castigo di Dio al fine di ottenere la salvezza?

Parole di Dio attinenti:

In sintesi, intraprendere il cammino di Pietro nel credere in Dio significa intraprendere il cammino della ricerca della verità, che è anche quello della vera conoscenza di sé stessi e del cambiamento della propria indole. Solo percorrendo il cammino di Pietro si seguirà la via del perfezionamento da parte di Dio. Occorre fare chiarezza su come, in dettaglio, intraprendere il cammino di Pietro e su come metterlo in pratica. Prima di tutto, bisogna mettere da parte le proprie intenzioni, le ricerche improprie, e anche la propria famiglia e tutte le cose che riguardano la propria carne. Occorre essere totalmente consacrati, cioè consacrare completamente sé stessi alla parola di Dio, concentrarsi sul nutrirsi della parola di Dio, sulla ricerca della verità, sulla ricerca dell’intenzione di Dio all’interno delle Sue parole, e tentare di comprendere la volontà di Dio in ogni cosa. Questo è il più fondamentale e cruciale metodo di pratica. È ciò che Pietro fece dopo aver visto il Signore Gesù, ed è solo praticando in questo modo che si conseguono i risultati migliori. Consacrazione totale alle parole di Dio significa soprattutto ricercare la verità, ricercare l’intenzione di Dio all’interno delle Sue parole, concentrarsi sulla comprensione della Sua volontà e sul capire e ottenere più verità dalle Sue parole. Leggendo le Sue parole, Pietro non era concentrato sulla comprensione delle dottrine e, men che meno, sul conseguimento della conoscenza teologica; invece, era concentrato sulla comprensione della verità, sull’intendimento della volontà di Dio, e sul raggiungere la comprensione della Sua indole e della Sua amorevolezza. Egli cercò anche di capire dalle parole di Dio le varie condizioni corrotte dell’uomo, di comprendere la natura corrotta dell’uomo e le sue vere carenze, realizzando tutti gli aspetti delle richieste che Dio fa all’uomo, al fine di soddisfarLo. Metteva in pratica in modo appropriato così tante cose contenute nelle parole di Dio; ciò è veramente in armonia con la volontà di Dio, e rappresenta la migliore collaborazione dell’uomo nella sua esperienza dell’opera di Dio. Quando sperimentava le centinaia di prove inviate da Dio, egli esaminava rigorosamente sé stesso a confronto con ogni parola del giudizio di Dio sull’uomo, di ogni parola della rivelazione di Dio all’uomo, e di ogni parola delle Sue richieste all’uomo, e si sforzava di penetrare il significato di quei discorsi di Dio. Cercava in modo fervente di riflettere su ogni parola che il Signore Gesù gli aveva detto e di memorizzarla, e conseguiva risultati eccellenti. Attraverso questo modo di praticare, fu in grado di conseguire una certa comprensione di sé stesso a partire dalle parole di Dio, e non solo arrivò a comprendere i vari stati corrotti dell’uomo, ma anche l’essenza, la natura e le varie carenze dell’uomo. Questo è quel che significa comprendere davvero sé stessi. Dalle parole di Dio, Pietro non solo raggiunse una vera comprensione di sé stesso, ma dalle cose espresse nei discorsi di Dio, l’indole giusta di Dio, ciò che Egli ha ed è, la Sua volontà per la Sua opera, le Sue richieste all’umanità, da queste cose arrivò a comprendere Dio completamente. Giunse a conoscere l’indole di Dio e la Sua essenza; arrivò a conoscere e a comprendere ciò che Dio ha ed è, così come la Sua amorevolezza e le Sue richieste all’uomo. Anche se a quel tempo Dio non parlava così tanto come adesso, sotto questi aspetti Egli portò dei frutti in Pietro. Fu una cosa rara e preziosa.

da “Come intraprendere il cammino di Pietro” in Registrazione dei discorsi di Cristo

Quando riceviamo il giudizio delle parole di Dio, non dobbiamo avere paura della sofferenza, né dovremmo temere il dolore; tanto meno dovremmo aver paura che le Sue parole ci trafiggano il cuore. Dovremmo leggere di più i Suoi discorsi riguardo al modo in cui Egli ci giudica e ci castiga e smaschera la nostra essenza corrotta, e mentre leggiamo le parole di Dio, dovremmo confrontarci più spesso con esse. Non siamo sprovvisti di nemmeno una di queste corruzioni; fra noi c’è una totale corrispondenza. […] Nella nostra fede, dobbiamo sostenere fermamente che le parole di Dio sono la verità. Poiché sono davvero la verità, dovremmo accettarle razionalmente. A prescindere se siamo in grado o meno di riconoscerlo o di ammetterlo, il nostro primo atteggiamento verso le parole di Dio dovrebbe essere uno di assoluta accettazione. Ogni singola riga delle parole di Dio attiene a uno stato specifico. Vale a dire, tutte le righe dei Suoi discorsi non riguardano fenomeni esterni, né tantomeno regole esterne o lo smascheramento di una semplice forma di comportamento nelle persone. Se vedi ogni riga pronunciata da Dio come uno smascheramento di un semplice tipo di comportamento umano o come un fenomeno esterno, non hai alcuna comprensione spirituale e non capisci cosa sia la verità. Le parole di Dio sono profonde. In quale misura lo sono? Tutto ciò che Egli rivela riguarda le indoli corrotte delle persone e i fattori ben radicati ed essenziali nelle loro vite. Non sono fenomeni esterni e, in particolare, non sono comportamenti esterni.

da “L’importanza e la strada del perseguimento della verità” in Registrazione dei discorsi di Cristo

Se credi nel governo di Dio, allora devi credere che le cose che avvengono ogni giorno, buone o cattive che siano, non sono eventi casuali. Non è che qualcuno sia intenzionalmente duro con te o ti prenda di mira; in realtà è tutto predisposto e orchestrato da Dio. Perché Dio orchestra queste cose? Non è per rivelare i tuoi difetti o per smascherarti; l’obiettivo finale non è smascherarti, ma perfezionarti e salvarti. In che modo Dio lo fa? In primo luogo, ti rende consapevole della tua indole corrotta, della tua natura ed essenza, dei tuoi difetti e delle tue manchevolezze. Soltanto comprendendo queste cose nel tuo cuore puoi cercare la verità e liberarti a poco a poco della tua indole corrotta. Questo è Dio che ti offre un’opportunità. Devi sapere come coglierla e non scontrarti con Lui. In particolare, quando devi affrontare persone, eventi e cose che Egli predispone intorno a te, non pensare sempre che le cose non sono come le desideri, non essere sempre ansioso di fuggire, di incolpare e di fraintendere Dio. Ciò non equivale a sottoporsi alla Sua opera, e renderà molto difficile per te entrare nella realtà della verità. Qualunque sia la cosa che non riesci a comprendere appieno, quando sei in difficoltà devi imparare a sottometterti. Devi prima venire dinanzi a Dio e pregare di più. In tal modo, prima che te ne accorga, avverrà un cambiamento della tua condizione interiore e sarai in grado di cercare la verità per risolvere il tuo problema – sarai capace di sperimentare l’opera di Dio. Durante questo periodo, la realtà della verità viene inculcata dentro di te ed è così che progredirai ed è così che avverrà un cambiamento nello stato della tua vita. Una volta che avrai subito questo cambiamento e avrai questo tipo di realtà della verità, allora possiederai la levatura e, con essa, arriva la vita. Se qualcuno vive sempre in base a un’indole satanica corrotta, a prescindere da quanto entusiasmo o energia abbia, non si può dire ugualmente che possieda la levatura o la vita. Dio opera in ogni singolo individuo e, qualunque sia il Suo metodo, qualunque sia il tipo di persone, cose ed eventi che Egli utilizzi per il servizio, o qualunque tipo di tono abbiano le Sue parole, ha un solo obiettivo finale: salvarti. Salvarti significa trasformarti, dunque come potresti non soffrire un po’? Dovrai soffrire. Questa sofferenza può implicare molte cose. A volte Dio mobilita le persone, gli eventi e le cose intorno a te per smascherarti, per permetterti di conoscere te stesso, altrimenti ti tratta direttamente, ti pota e ti smaschera. Proprio come una persona su un tavolo operatorio, devi sopportare un po’ di dolore per un buon esito. Se ogni volta che Dio ti pota e ti tratta e ogni volta che mobilita le persone, gli eventi e le cose, ciò smuove i tuoi sentimenti e ti dà un incoraggiamento, allora sperimentarlo in questo modo è corretto, e avrai la levatura ed entrerai nella realtà della verità.

da “Per raggiungere la verità, devi imparare dalle persone, dalle situazioni e dalle cose intorno a te” in Registrazione dei discorsi di Cristo

Nella sua fede in Dio, Pietro cercò di soddisfarLo in ogni cosa e di obbedire a tutto ciò che veniva da Lui. Senza mai lamentarsi, fu in grado di accettare nella sua vita il castigo e il giudizio, nonché l’affinamento, la tribolazione e la mancanza, nessuno dei quali riuscì ad alterare il suo amore per Dio. Questo non è forse l’amore supremo per Lui? L’adempimento del dovere di creatura di Dio? Che sia nel castigo, nel giudizio o nella tribolazione, sei sempre in grado di conquistare l’obbedienza fino alla morte e questo è ciò che dovrebbe essere realizzato da una creatura di Dio, questa è la purezza dell’amore per Dio. Se l’uomo riesce ad arrivare a tanto, è una creatura qualificata di Dio e non c’è nulla che soddisfi meglio il desiderio del Creatore.

da “Il successo o il fallimento dipendono dalla strada che l’uomo percorre” in La Parola appare nella carne

La verità che è necessario che l’uomo possegga si trova nella parola di Dio, una verità che è la più benefica e utile per l’umanità. È il tonico e il sostentamento di cui il vostro corpo ha bisogno, un qualcosa che aiuti l’uomo a ripristinare la propria normale umanità, una verità di cui l’uomo dovrebbe essere equipaggiato. Quanto più praticherete la parola di Dio, tanto più velocemente la vostra vita sboccerà; quanto più praticherete la parola di Dio, tanto più chiara diventerà la verità. Man mano che crescete in statura morale, vedrete sempre più chiaramente gli aspetti del mondo spirituale e diventerete più capaci di trionfare su Satana. Molta della verità che non comprendete vi diventerà chiara quando praticherete la parola di Dio. La maggior parte delle persone si limita alla comprensione del testo della parola di Dio e alla mera acquisizione di dottrine senza metterle in pratica in profondità; non è forse il modo in cui si comportano i farisei? Come può la frase “La parola di Dio è vita” essere vera per loro, allora? Solo quando l’uomo mette in pratica la parola di Dio, la sua vita può effettivamente sbocciare; non può crescere semplicemente mediante la lettura della Sua parola. Se credi che comprendere la parola di Dio sia tutto ciò che serve per avere la vita, per avere statura morale, allora la tua comprensione è distorta. L’autentica comprensione della parola di Dio si verifica quando pratichi la verità e devi comprendere che “solo mediante la pratica della verità essa può essere compresa”.

da “Praticare la verità dopo averla compresa” in La Parola appare nella carne

Se una persona è in grado di soddisfare Dio quando assolve il proprio dovere, è di principio nelle sue parole e azioni e riesce a entrare nella realtà di tutti gli aspetti della verità, sarà una persona perfezionata da Dio. Si può dire che, per questa persona, l’opera e le parole di Dio sono completamente efficaci, che le parole di Dio diventano la sua vita, che ottiene la verità e può vivere secondo le parole di Dio. Dopo questo, la natura della sua carne, cioè il fondamento della sua esistenza originale, sarà scosso e cadrà. Quando un essere umano vive le parole di Dio, diventa una nuova persona. Le parole di Dio diventano la sua vita; la visione dell’opera di Dio, le Sue prescrizioni per l’uomo, la Sua rivelazione per l’uomo, e i principi della vera vita che Egli richiede all’uomo di realizzare, diventano la sua vita – egli vive in conformità a queste parole e a queste verità, e questa persona viene resa perfetta dalle parole di Dio. Tramite le Sue parole, sperimenta la rinascita e diventa un uomo nuovo.

da “Come intraprendere il cammino di Pietro” in Registrazione dei discorsi di Cristo

Estratti di sermoni e di condivisioni per la consultazione:

L’opera di Dio negli ultimi giorni è il giudizio mediante la Sua parola. Poi se vogliamo che la nostra natura corrotta sia purificata e se vogliamo raggiungere la salvezza, dobbiamo prima fare qualche sforzo studiando la parola di Dio e mangiare e bere le parole di Dio, e dobbiamo accettare il giudizio e le rivelazioni di Dio nella Sua parola. Non importa quanto la parola di Dio ci ferisca, quanto sia dura oppure ci faccia soffrire, siamo prima di tutto certi che la parola di Dio è tutta la verità e la realtà della vita nella quale dovremmo entrare. Ogni espressione della parola di Dio ha lo scopo di purificarci e cambiarci, ci fa sbarazzare dell’indole corrotta e raggiugere la salvezza, e ancora ci fa capire la verità per raggiungere la conoscenza di Dio. Quindi dobbiamo accettare il giudizio e il castigo, la potatura e il trattamento della parola di Dio. Se vogliamo avere la verità nella parola di Dio, dobbiamo poter soffrire per accettare e obbedire alla parola e alla verità di Dio. Dobbiamo cercare la verità nella parola di Dio, sentire la Sua volontà e riflettere e conoscere noi stessi, riflettere sulla parola di Dio per conoscere la nostra arroganza, inganno, egoismo e spregevolezza, Lo sfruttiamo, come Lo inganniamo, giochiamo con la verità, tra varie indoli sataniche, così come le impurità nella nostra fede in Dio e il voler essere benedetti. In questo modo, possiamo pian piano conoscere la verità della nostra corruzione e l’essenza della nostra natura. Una volta capita di più la verità, la conoscenza di Dio crescerà profondamente, e noi, è ovvio, sapremo che tipo di persona Dio ama o non ama, che tipo di persona salverebbe o eliminerebbe, che tipo di persona userebbe e quale benedirebbe. Quando penetreremo queste cose, inizieremo a capire l’indole di Dio Stesso. Questi sono i risultati del provare il giudizio e il castigo della parola di Dio. Coloro che cercano la verità vogliono sperimentare il giudizio e il castigo della parola di Dio, stanno attenti alla ricerca della verità in ogni cosa, e stanno attenti a mettere in pratica la parola di Dio e obbedire a Dio. Tali persone potranno comprendere a poco a poco la verità e entrare nella realtà attraverso la parola di Dio, raggiungendo la salvezza e la perfezione. Quanto a chi non ama la verità, anche se riesce a riconoscere la manifestazione e l’opera divina proveniente dalla verità espressa da Dio, pensa di poter sicuramente raggiungere la salvezza a patto di abbandonare tutto per Dio e adempiere il suo dovere. Comunque non può avere la verità e la vita dopo aver creduto per molti anni. Capisce poche parole, lettere e dottrine, ma pensa di sapere la verità e di aver raggiunto la realtà. Sta mentendo a se stesso e sarà sicuramente eliminato da Dio.

da “Domande e risposte classiche sul Vangelo del Regno”

Quando oggi abbiamo letto le parole di Dio, abbiamo compreso che la cosa più importante è accettare il Suo giudizio e il Suo castigo. Il punto chiave è accettare il giudizio e il castigo di Dio, e questa è la cosa fondamentale… Voi tutti dite che siete disposti a sopportare la sofferenza del giudizio e del castigo. Dal momento che siete disposti a sopportare questa sofferenza, come vi sottometterete? Come l’accetterete? Se vedi le parole di giudizio e castigo di Dio, le accetterai come parole di giudizio di Dio nei tuoi confronti? O sosterrai che queste parole giudicano altre persone, che non hanno niente a che fare con te, e così eviterai il giudizio e il castigo di Dio? Quale cammino intraprenderai? Se sei disposto ad accettare il giudizio e il castigo di Dio, allora non dovresti evitare queste cose quando leggi la parola di Dio. Non importa quanto taglienti o severe siano le parole, dovresti accettarle tutte. Prega Dio: “Dio, sono disposto ad accettare il Tuo giudizio e castigo. Le Tue parole di giudizio sono dirette a me. Io sono questo tipo di persona corrotta, io ho questi problemi di corruzione, perciò dovrei accettare il Tuo giudizio e il Tuo castigo, poiché questo è il Tuo amore per me, è la Tua esaltazione. Li accetto completamente e obbedisco, e Ti sono grato per il Tuo amore”. Appena avrai pregato in questo modo, li accetterai agevolmente e non troverai alcuna difficoltà. Poi, per approfondire la tua comprensione, metti a confronto le parole di Dio con le tue condizioni. È così che si deve fare. Questa è un’espressione di sottomissione al giudizio e al castigo di Dio. Ma se vedi delle parole di Dio molto severe e dici: “Dio, queste parole non sono un giudizio su di me; sono il giudizio di altri, sono il giudizio di Satana. Non hanno niente a che fare con me, quindi non ho bisogno di leggerle”, allora questo è evitare il giudizio e il castigo di Dio. Se alcuni fratelli e sorelle ti sottopongono alla potatura e al trattamento, cosa dovresti fare? Dovresti subito pregare Dio: “Dio, Ti ringrazio! Questo è il Tuo amore che arriva a me. Hai spinto i miei fratelli e le mie sorelle a sottopormi alla potatura e al trattamento a causa del Tuo amore per me. Io mi sottometto”. Devi pregare. Se non pregherai, per te sarà facile rifiutare, ribellarsi per la tua carne, entrare in conflitto con altri, facile lamentarti e ancor più facile per te essere negativo. Perciò devi andare subito a pregare. Dopo che avrai pregato, la tua mente sarà calma e saprai sottometterti. Una volta che saprai realmente sottometterti, proverai gioia nel tuo cuore e dirai: “In quel momento non mi sono arrabbiato, ma l’ho accettato. È successo perché ho pregato. Ora posso finalmente sottomettermi a Dio”. Vedi un barlume di speranza e guadagni un po’ di levatura; è così che si cresce.

da “Come dovreste mangiare e bere le parole di Dio per ottenere dei risultati” in Sermoni e comunicazioni sull’ingresso nella vita I

Contenuti correlati