Ora so distinguere il vero Cristo da quelli falsi

05 Ottobre 2020

di Gangxin, Cina

Dio Onnipotente dice: “Dio incarnato è chiamato Cristo, e così il Cristo che può offrire agli esseri umani la verità è chiamato Dio. Non vi è nulla di eccessivo in questo, poiché Egli possiede la sostanza di Dio e possiede l’indole di Dio e la sapienza della Sua opera, che sono irraggiungibili per l’uomo. Coloro che si proclamano Cristo ma non sanno eseguire l’opera di Dio sono degli impostori. Cristo non è solamente la manifestazione di Dio in terra, ma anche la carne particolare assunta da Dio nell’eseguire e nel portare a termine la Sua opera fra gli uomini. Questa carne non può essere sostituita da un uomo qualunque, ma può svolgere adeguatamente l’opera di Dio in terra, esprimere la Sua indole, ben rappresentarLo e fornire la vita all’uomo. Presto o tardi, gli imitatori di Cristo cadranno tutti, poiché, anche se affermano di essere Cristo, non possiedono nulla della Sua sostanza. E così, dico che l’autenticità di Cristo non può essere definita dall’uomo, ma la risposta e la decisione provengono da Dio Stesso. In tal modo, se veramente desideri ricercare la via della vita, devi prima riconoscere che proprio scendendo in terra Dio compie l’opera di conferire all’uomo la via della vita, e che proprio durante gli ultimi giorni Egli scende in terra per conferire all’uomo la via della vita. Questo non è il passato; sta avvenendo oggi” (“Solo il Cristo degli ultimi giorni può offrire all’uomo la via della vita eterna” in “La Parola appare nella carne”). Che bella spiegazione. Con poche parole, Dio ci insegna a distinguere il vero Cristo da quelli falsi: i falsi cristi sanno o no esprimere la verità e salvare l’uomo? Ecco il principio chiave. I miei vecchi pastori ci mettevano sempre in guardia dai falsi cristi, ma non ci spiegavano come identificarli. Tacciavano di falsità ogni testimonianza riguardante la venuta del Signore e ci dicevano di non farci coinvolgere. Per questo, sentito del ritorno del Signore, me ne sono tenuta alla larga. Per poco non rifiutavo il Cristo degli ultimi giorni, mancando la venuta del Signore.

Ho iniziato a credere in Gesù nel 1996. Lo pregavo ogni volta che mi capitava qualcosa e questo mi ha aiutato a superare molte difficoltà. Era meraviglioso avere il Signore al mio fianco, mi dava pace e gioia. Pochi anni dopo, mi sono resa conto che non c’era alcuna novità né illuminazione nei sermoni dei sacerdoti. L’affluenza alle funzioni precipitava, c’era persino chi si addormentava. Non mi davano più nulla, il mio spirito non ne traeva alcun beneficio. Non volevo più parteciparvi, ma mi sarei sentita in colpa; così mi costringevo.

L’anziano Xu, in un incontro ha detto: “Il Signore Gesù ci ha messi in guardia: ‘Allora, se qualcuno vi dice: “Il Cristo è qui”, oppure: “È là”, non lo credete; perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno grandi segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti’ (Matteo 24:23-24). Le profezie sul ritorno del Signore sono più che realizzate ed Egli presto verrà per noi, ma insieme appariranno cristi falsi e ingannevoli. Dobbiamo essere cauti e rifiutare ogni annuncio del ritorno del Signore. Il Lampo da Levante testimonia che il Signore è ritornato e compie un’opera nuova, e molti veri credenti appartenenti a diverse Chiese lo hanno accettato. Il Lampo da Levante ha persino sottratto predicatori di lunga data. Voi siete ancora immaturi; perciò state alla larga dagli estranei e dagli inganni del Lampo da Levante”.

Sorpresa che il Lampo da Levante annunciasse il ritorno del Signore e che anche molti predicatori di lunga data lo avessero accettato, ho pensato tra me e me: “I predicatori comprendono la Bibbia e hanno tutti le idee ben chiare. Non dev’essere facile per loro accettare il Lampo da Levante. Forse lì c’è davvero della verità da ricercare? Ho anelato alla venuta del Signore per anni. Se Egli davvero è tornato e io non ricerco né indago, cosa farò se mi abbandona?” Ma le parole di Xu mi preoccupavano: se negli ultimi giorni sarebbero apparsi dei falsi cristi, non potevo farmi ingannare! Leggermente combattuta, non sapevo cosa fare, così ho pregato in silenzio: “Dovrei prestare ascolto al Lampo da Levante se udissi un suo membro predicare? Signore Gesù, Ti prego di illuminarmi e guidarmi”. Poi ho pensato a un passo della Bibbia: “Perché Dio Stesso ha detto: ‘Io non ti lascerò e non ti abbandonerò’. Così noi possiamo dire con piena fiducia: Il Signore è il mio aiuto; non temerò. Che cosa potrà farmi l’uomo?” (Ebrei 13:5-6). Subito il mio cuore ha trovato pace. Con il Signore a proteggermi, non c’era nulla da temere. Se Lo avessi pregato spesso, mi avrebbe guidata nel riconoscere i falsi cristi. Perché non ascoltarlo?

Xu, in un incontro successivo, ci ha messi di nuovo in guardia contro il Lampo da Levante, battendo ancora il chiodo sull’inganno perpetrato dai falsi cristi e dicendoci di evitare gli estranei. Allora Sorella Qian ha chiesto: “Lei, perché ci dici di stare alla larga dagli estranei? Ripeti sempre che presto il Signore tornerà per noi, che in pratica già bussa alla nostra porta. Il Lampo da Levante testimonia che Egli è tornato e sta esprimendo la verità. Davvero il Signore non vuole che prestiamo ascolto e approfondiamo? La Bibbia dice: ‘Così la fede viene da ciò che si ascolta, e ciò che si ascolta viene dalla parola di Cristo’ (Romani 10:17)”. “Per capire se il Lampo da Levante sia o meno il ritorno del Signore, dobbiamo prima ascoltare i loro sermoni. Se non lo facciamo e ci teniamo alla larga, come possiamo sapere se si tratta della verità oppure no? Se è davvero il ritorno del Signore, tu ci stai tenendo lontani da Lui. Sbaglio?” Sorella Zong ha aggiunto: “Il Signore Gesù disse: ‘Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto’ (Matteo 7:7). Il Signore vuole che preghiamo e approfondiamo ciò che non ci è chiaro. Se lo facciamo con cuore sincero, Egli ci ascolterà e ci guiderà. Abbiamo udito la novella del ritorno del Signore ma non stiamo indagando, né stiamo ricercando la Sua volontà con la preghiera. Se andiamo contro i Suoi insegnamenti, come potremmo accoglierLo?”.

Gli interventi delle due sorelle hanno lasciato Xu senza parole. Io mi trovavo d’accordo: dovevamo valutare di persona il Lampo da Levante. Ero anche sbalordita: sorella Zong era sempre stata timida e taciturna, eppure aveva avuto il coraggio di contraddire un anziano. Per di più aveva trovato prove inoppugnabili nella Bibbia. Era incredibile! Come avevano fatto a sviluppare idee così perspicaci? Avevano accolto il Lampo da Levante? Ho deciso di chiederglielo: la venuta del Signore non era cosa da poco, dovevo fare chiarezza.

Il giorno dopo, ho chiesto a Sorella Zong se avesse accolto il Lampo da Levante. Annuendo, ha risposto: “Il Signore è tornato come Dio Onnipotente. Pronuncia tutte le verità per purificarci e salvarci, e compie l’opera di giudizio per estirpare la nostra natura peccaminosa e corrotta e salvarci dal peccato una volta per tutte”. All’udire queste parole, ho deciso di giudicare di persona il Lampo da Levante. Sorella Zong mi ha organizzato una condivisione con la Chiesa di Dio Onnipotente.

Durante l’incontro, ho confidato tutti i miei dubbi al fratello della Chiesa. “Il Signore Gesù disse: ‘Allora, se qualcuno vi dice: “Il Cristo è qui”, oppure: “È là”, non lo credete; perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno grandi segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti’ (Matteo 24:23-24). L’anziano Xu afferma che negli ultimi giorni, al ritorno del Signore, appariranno falsi cristi, che ogni annuncio della venuta del Signore è falso e non dovremmo indagare oltre. Non credo che il Signore ci voglia così guardinghi. Se non approfondiamo e non Lo accogliamo, non vorrei che ci abbandonasse. Ma temo anche di essere ingannata. Cosa dovremmo fare quando qualcuno predica il ritorno del Signore? Ho davvero bisogno di capire”.

Sorridendo, ha risposto: “Tutti abbiamo paura di essere sviati e ingannati da falsi cristi. È del tutto normale. Ma a che serve? La paura risolve forse i nostri problemi?” “Per sapere cosa fare, dobbiamo capire la volontà del Signore celata al di là delle Sue parole. Egli le pronunciò perché potessimo discernere i falsi cristi e non essere ingannati, non perché ci proteggessimo da tutto, fino a rifiutare addirittura il Suo ritorno. Egli non si limita ad annunciare l’apparizione di falsi cristi negli ultimi giorni: ci spiega anche come distinguerli. Il Signore Gesù disse: ‘Perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno grandi segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti’ (Matteo 24:24). Il Signore parla chiaro. I falsi cristi ingannano le persone per lo più mediante segni e prodigi. Ora che conosciamo i loro tratti distintivi, ci basterà stare attenti per evitare il tranello. Se fraintendiamo le parole del Signore per un versetto avulso dal contesto, tacciando di falsità ogni annuncio del Suo ritorno senza approfondire, questo non è forse negare e condannare il ritorno del Signore?”

Sono rimasta esterrefatta. “È proprio vero!”, ho pensato. “Il Signore predisse il Proprio ritorno. Ma noi abbiamo decontestualizzato il versetto, negando ogni annuncio di tale ritorno, così abbiamo condannato il fatto in sé!”

Il fratello ha condiviso ancora: “Il Signore Gesù ci ha detto: ‘Verso mezzanotte si levò un grido: “Ecco lo sposo, uscitegli incontro!”’ (Matteo 25:6). ‘Ecco, Io sto alla porta e busso: se qualcuno ascolta la Mia voce e apre la porta, Io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con Me’ (Apocalisse 3:20). Come vediamo, al ritorno del Signore alcuni sentiranno la Sua voce per primi e predicheranno per testimoniarlo: sarà il Signore che bussa alla nostra porta. Se prestiamo ascolto ai pastori, se tagliamo fuori chiunque testimoni il ritorno del Signore e non apriamo occhi e orecchie, saremo in grado di udire la Sua voce e accoglierLo? Non equivarrebbe a un eccesso di prudenza?”.

Le sue parole mi sembravano in linea sia con la Bibbia che con la volontà del Signore. In realtà il Signore ci stava dicendo che i falsi cristi ci ingannano per lo più servendosi di segni e prodigi e che dovremmo saperli identificare senza restare passivi e diffidenti verso tutti. Le parole del Signore erano così chiare: come avevo fatto a non accorgermene? Il pastore e gli anziani avevano letto e riletto quel versetto, ma non avevano menzionato questo principio, anzi, avevano anche distorto le parole e travisato la Bibbia, tacciando di falsità ogni annuncio del ritorno del Signore. Ora avevo l’impressione che non capissero nulla delle Scritture. Eppure insistevano: dovevamo evitare gli estranei e non approfondire la novella del ritorno del Signore. Se Egli era davvero tornato, non Lo stavo forse rifiutando? Un rischio enorme!

Poi il fratello ha preso un libro e ha detto: “Leggiamo le parole di Dio Onnipotente per capire meglio come i falsi cristi ingannano le persone. Dio Onnipotente dice: ‘Se, ai giorni nostri, dovesse emergere qualcuno che sia in grado di mostrare segni e prodigi, e che sappia cacciare i demoni, sanare i malati e compiere molti miracoli, e se questi sostenesse di essere Gesù che è venuto, allora si tratterebbe di una contraffazione degli spiriti maligni e della loro imitazione di Gesù. Ricordatelo! Dio non ripete la medesima opera. La fase dell’opera di Gesù è già stata completata e Dio non la intraprenderà mai più. […] L’uomo crede che Dio debba sempre mostrare segni e prodigi, sanare i malati e cacciare i demoni ed essere sempre proprio come Gesù, eppure questa volta non è affatto così. Se, durante gli ultimi giorni, Dio mostrasse ancora segni e prodigi, e di nuovo cacciasse i demoni e guarisse i malati – se agisse esattamente come Gesù –, allora ripeterebbe la medesima opera, e quella di Gesù non avrebbe alcun significato o valore. Pertanto, Dio realizza una fase dell’opera in ogni epoca. Una volta che una fase della Sua opera è completata, viene presto imitata dagli spiriti maligni, e quando Satana inizia a emulare Dio, Egli cambia metodo. Una volta completata una fase della Sua opera, questa è imitata dagli spiriti maligni. Dovete avere le idee chiare su questo’” (“Conoscere l’opera di Dio oggi” in “La Parola appare nella carne”).

Finito di parlare, il fratello ha detto: “Dio è sempre nuovo, mai ripetitivo, e la Sua opera si rinnova sempre. Nell’Età della Legge, Egli promulgò le leggi e i comandamenti per guidare gli uomini in terra e insegnar loro come adorarLo. Quando il Signore Gesù venne nell’Età della Grazia, non ripetè la medesima opera; compì invece quella di redenzione, sulla base di quanto fatto nell’Età della Legge. Predicò la via del perdono, sanò gli infermi e scacciò i demoni, e mostrò segni e prodigi. Alla fine fu crocifisso come sacrificio per il peccato, redimendo così l’umanità dal peccato. Dio Onnipotente è venuto negli ultimi giorni per compiere l’opera di giudizio a partire dalla casa di Dio, sulla base dell’opera di redenzione di Gesù. Pronuncia tutte le verità per purificarci e salvarci, estirpando la fonte del peccato, ossia la nostra indole e natura satanica, perché possiamo esserne mondati una volta per tutte ed essere condotti nel Suo Regno. Questo ci dimostra che l’opera di Dio si evolve sempre e che Egli continua a esprimere la verità e a salvare gli uomini in base ai loro bisogni. Se il Signore venisse negli ultimi giorni e compisse di nuovo l’opera dell’Età della Grazia, sanando gli infermi e scacciando i demoni, allora non solo la Sua sarebbe un’opera statica, ma quella del Signore Gesù sarebbe stata inutile. Ecco perché, quando viene negli ultimi giorni, non mostra alcun segno e prodigio, né sana gli infermi o scaccia i demoni. Se qualcuno lo fa, spacciandosi per il Signore che è ritornato, allora di sicuro è un falso cristo che tenta di ingannare le persone. I falsi cristi sono spiriti malvagi e demoni che si fingono Cristo. Non sono in grado di esprimere la verità, tantomeno di salvare l’umanità. Sanno solo imitare Dio, scimmiottando la Sua opera, e far mostra di banali prodigi per gabbare le persone. Ma i prodigi operati dal Signore Gesù, come resuscitare i morti, sfamare 5.000 persone e placare mari e venti, erano colmi dell’autorità di Dio, e i falsi cristi non sono in grado di replicarli. Se conosciamo l’opera di Dio e distinguiamo l’essenza e le tattiche subdole dei falsi cristi, non ci lasceremo ingannare”.

Ascoltate le parole di Dio Onnipotente, ho capito un po’ di verità su come discernere i falsi cristi. Dio è sempre nuovo, mai vecchio, e la Sua opera non è mai uguale. L’opera di redenzione del Signore Gesù è stata compiuta, perciò non la ripeterà una seconda volta al Suo ritorno. I falsi cristi non esprimono verità né compiono l’opera di Dio; possono solo imitare quella da Lui già realizzata e ingannare la gente con banali segni e prodigi. Il Signore disse: “Perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno grandi segni e prodigi da sedurre”, e ora capisco cosa intendesse.

Il fratello ha proseguito: “Dio Onnipotente parla piuttosto chiaro su come discernere il vero Cristo dai falsi e ci fornisce il principio essenziale per distinguere l’uno dagli altri. Innazitutto dobbiamo comprendere l’incarnazione e conoscere l’essenza di Cristo. Conosciuto il vero Cristo, ci verrà naturale riconoscere quelli falsi”. Poi il fratello ha letto alcuni passi dalle parole di Dio Onnipotente: “Colui che è l’incarnazione di Dio deve avere la Sua sostanza e la Sua espressione. Poiché Dio Si trasforma in carne, compirà l’opera che deve realizzare, e dal momento che Egli Si trasforma in carne, esprimerà ciò che è e sarà in grado di portare la verità all’uomo, dargli la vita e mostrargli la via. La carne che non contiene l’essenza di Dio non rappresenta certamente Dio incarnato: non c’è dubbio. Per esaminare se si tratta dell’incarnazione di Dio, l’uomo deve valutare l’indole che Egli esprime e le parole che pronuncia. In altri termini, il fatto che Egli sia o non sia Dio in carne, e che sia o non sia la vera via, deve essere giudicato dalla Sua essenza. E così, nello stabilire se si tratta[a] di Dio in carne, il punto è prestare attenzione alla Sua sostanza (la Sua opera, le Sue parole, la Sua indole e molto altro), anziché all’apparenza esteriore” (Introduzione a “La Parola appare nella carne”). “Dio incarnato è chiamato Cristo, e così il Cristo che può offrire agli esseri umani la verità è chiamato Dio. Non vi è nulla di eccessivo in questo, poiché Egli possiede la sostanza di Dio e possiede l’indole di Dio e la sapienza della Sua opera, che sono irraggiungibili per l’uomo. Coloro che si proclamano Cristo ma non sanno eseguire l’opera di Dio sono degli impostori. Cristo non è solamente la manifestazione di Dio in terra, ma anche la carne particolare assunta da Dio nell’eseguire e nel portare a termine la Sua opera fra gli uomini. Questa carne non può essere sostituita da un uomo qualunque, ma può svolgere adeguatamente l’opera di Dio in terra, esprimere la Sua indole, ben rappresentarLo e fornire la vita all’uomo. Presto o tardi, gli imitatori di Cristo cadranno tutti, poiché, anche se affermano di essere Cristo, non possiedono nulla della Sua sostanza. E così, dico che l’autenticità di Cristo non può essere definita dall’uomo, ma la risposta e la decisione provengono da Dio Stesso” (“Solo il Cristo degli ultimi giorni può offrire all’uomo la via della vita eterna” in “La Parola appare nella carne”).

Poi il fratello ha detto: “Le parole di Dio Onnipotente mostrano chiaramente che Cristo è Dio incarnato, che è il Dio del cielo rivestito della carne del Figlio dell’uomo e viene a operare tra gli uomini. Cristo possiede sia la normale umanità che la totale divinità. Sarà anche di aspetto comune, ma è di essenza divina. Ecco perché può esprimere la verità, parlare con la voce di Dio, salvare l’umanità ed esprimere l’indole di Dio e ciò che Egli ha ed è. Cristo può sempre esprimere la verità per sostenerci, guidarci e indicarci un cammino di pratica. Ciò deriva dalla Sua stessa essenza. Per esser certi se qualcuno sia Cristo oppure no, dobbiamo basarci sulle sue parole, sulla sua opera e sulla sua indole. Il Signore Gesù era l’incarnazione di Dio. Diede inizio all’Età della Grazia e pose fine all’Età della Legge. Pronunciò la verità e donò all’uomo il cammino del pentimento, espresse l’indole amorevole e misericordiosa di Dio e fu crocifisso per compiere la Sua opera. Le Sue parole e opere mostrano che Egli fornì alle persone ciò che occorreva al loro spirito, nonché una via per la nuova età. Egli insegnò loro a confessarsi e pentirsi, ad amare il prossimo, ad essere tolleranti e pazienti, a perdonare settanta volte sette, ad amare Dio con tutto il cuore, e molte altre cose. Pregare il Signore ci dona pace e gioia. Quando ci confessiamo a Lui e ci pentiamo, i nostri peccati sono rimessi. Quando agiamo secondo le Sue parole, Egli ci loda e benedice. Dalle Sue parole e opere e dall’indole che esprime, possiamo capire che Egli è Cristo, il Redentore dell’umanità. Dio Onnipotente è ora giunto per compiere l’opera di giudizio a partire dalla casa di Dio. Pronuncia tutte le verità per purificare e salvare l’uomo e ha dato inizio all’Età del Regno e posto fine all’Età della Grazia. Dio Onnipotente esprime la verità e svela i misteri del Suo piano di gestione per salvare l’uomo, lo scopo delle tre fasi della Sua opera, i misteri dei Suoi nomi e delle Sue incarnazioni, la differenza tra l’opera di Dio e quella dell’uomo, tra quella dello Spirito Santo e quella degli spiriti malvagi, la differenza tra il vero Cristo e quelli falsi, e altro ancora. Egli ci mostra dove si origina l’oscurità e il male del mondo, la natura satanica dell’uomo, avversa a Dio, e ogni nostra corruzione, e mette a nudo vari tipi di indole corrotta presenti nell’uomo, quali arroganza, falsità, malvagità e rigidità. Ci mostra poi il cammino della purificazione e le verità in cui accedere tramite la pratica: come essere onesti, come obbedire a Dio, amarLo e riverirLo, come prestare servizio secondo la Sua volontà, liberarci dalla nostra indole corrotta, e così via. Attraverso il giudizio delle Sue parole, gli eletti di Dio comprendono alcune verità, capiscono di essere stati corrotti da Satana e riconoscono l’indole giusta di Dio e la Sua essenza santa. Iniziano allora a riverirLo, a mettere in pratica le Sue parole e a liberarsi dalla loro corruzione, finché a mano a mano la loro indole di vita si trasforma. Dio Onnipotente esprime la verità, compie l’opera di giudizio e esprime la Sua indole giusta e maestosa: tutto ciò è la prova che è il Dio incarnato, Cristo degli ultimi giorni. Dio Onnipotente è il Signore Gesù ritornato! I falsi cristi sono posseduti da spiriti malvagi, anzi, lo sono essi stessi. Non possono avviare né terminare un’età. Non possono pronunciare le parole di Dio né svelare i misteri del Suo piano di gestione. Non possono giudicare, purificare e trasformare l’uomo. Possono solo imitare in parte l’opera già compiuta da Dio e far mostra di banali prodigi. Travisano la Bibbia e predicano dottrine fasulle, oppure assecondano i concetti carnali dell’uomo per ingannarlo. Chi presta loro ascolto non ne ottiene nulla e si ritrova in un vicolo cieco; si riempie di oscurità, sviato da Satana e dagli spiriti malvagi”.

Poi Sorella Zong ha detto: “Cristo è la Via, la Verità e la Vita. Egli può esprimere la verità, dare sostegno alle persone e guidarle. I falsi cristi sono spiriti malvagi, non sanno esprimere la verità o dare sostegno alle persone, né sanno indicar loro la via. Possono solo far mostra di prodigi e assecondare i concetti della gente per ingannarla. Le parole di Dio ci insegnano come distinguere il vero Cristo da quelli falsi; non dobbiamo più temere di essere raggirati”.

Tramite le parole di Dio Onnipotente, hanno condiviso con tale chiarezza su ciò che Cristo è e come riconoscere quelli falsi che il mio cuore si è illuminato. Per stabilire se qualcuno sia Cristo e il Signore ritornato basta guardare alla sua essenza, vedere se egli è in grado di pronunciare la verità e le parole di Dio e di salvare l’uomo. Questo è essenziale. Solo chi sa esprimere la verità e compiere l’opera di salvezza dell’uomo è Dio incarnato e solo chi sa giudicare l’uomo per purificarlo e salvarlo è il Cristo degli ultimi giorni. Chiunque non sappia esprimere verità né compiere l’opera di Dio, chiunque si proclami Cristo o Dio, questi è un falso cristo, venuto a ingannare le persone. È un metodo talmente semplice e accurato per discernere il vero Cristo da quelli falsi! Se Dio Onnipotente non avesse rivelato tali misteri e verità, la lettura della Bibbia e i sermoni dei pastori non me li avrebbero fatti capire.

Poi il fratello ha aggiunto: “Il Signore Gesù disse: ‘Ho ancora molte cose da dirvi, ma non sono per ora alla vostra portata; quando però sarà venuto Lui, lo Spirito della verità, Egli vi guiderà in tutta la verità, perché non parlerà di Suo, ma dirà tutto quello che avrà udito, e vi annuncerà le cose a venire’ (Giovanni 16:12-13). Lo Spirito della verità è ora giunto come Dio Onnipotente incarnato. Egli svela tutte le verità e i misteri di cui l’uomo ha bisogno per ottenere la salvezza, e solo grazie alle Sue parole possiamo comprendere la verità e trovare il giusto cammino di pratica”. Poi, il fratello ha condiviso molto altro. Non avevo mai sentito nulla di simile nei miei anni da credente. Ho capito di più quel giorno che in anni di fede nel Signore. Ecco perché i sermoni del Lampo da Levante piacevano così tanto: scaturivano interamente dalle parole di Dio Onnipotente! Ho chiesto al fratello: “Quanto costa ‘La Parola appare nella carne’? Vorrei acquistarne una copia e leggerla personalmente”. Sorridendo, ha risposto: “È gratis. Dio ha detto: ‘A chi ha sete Io darò gratuitamente della fonte dell’acqua della vita’ (Apocalisse 21:6). Dio ama l’uomo, e per salvarlo dal giogo di Satana una volta per tutte Egli dona senza misura. Basta che ricerchiamo la verità, per ricevere in dono le Sue parole”. Ero così commossa. Solo Dio sa amare e nutrire così generosamente. Il fratello mi ha dato una copia de “La Parola appare nella carne”.

Da allora ho letto avidamente le parole di Dio Onnipotente ogni giorno. Più ne leggevo, più riuscivo a comprenderle e a trarne beneficio. Le sentivo penetrare nel mio cuore. Tutti i dubbi di fede che nutrivo da tempo sono stati fugati. Ero felicissima, entusiasta. Ho capito che tutti i buoni credenti che avevano accolto il Lampo da Levante avevano scorto la verità e udito la voce di Dio nelle parole di Dio Onnipotente, e Lo avevano riconosciuto come Dio incarnato e Signore Gesù ritornato, prima di seguire senza esitazione l’opera di Dio degli ultimi giorni. Sono loro le vergini sagge! Le nozioni e le assurdità propinatemi dagli anziani della mia Chiesa mi avevano ingannata; per anni avevo creduto che ogni annuncio della venuta del Signore fosse falso e non avevo indagato. Per poco non ho perso l’occasione di accoglierLo. Che stupidità! Eppure Dio non mi ha abbandonata. Tramite le condivisioni dei fratelli, mi ha mostrato come distinguere i falsi Cristi, così ho udito la Sua voce, mi sono convinta sull’opera di Dio Onnipotente degli ultimi giorni e ho seguito le orme dell’Agnello. Rendo grazie a Dio per avermi salvata!

Note a piè di pagina:

a. Il testo originale dice “quanto a”.

Il Signore promise: “Ecco, Io vengo tosto”. Desiderate accogliere il ritorno del Signore il prima possibile?

Contenuti correlati

Posta via “piccione”

di Su Jie, Cina Un giorno, nel 1999, finito l’incontro, il pastore mi disse: “Su Jie, c’è una lettera per te”. Appena la vidi, capii che...