L’App della Chiesa di Dio Onnipotente

Ascolta la voce di Dio e accogli il ritorno del Signore Gesù!

Invitiamo tutti i ricercatori di verità a mettersi in contatto con noi

Perché il governo del PCC reprime così follemente e perseguita così brutalmente Dio Onnipotente e la Sua Chiesa?

195

Versetti biblici di riferimento:

Questa generazione è una generazione malvagia (Luca 11:29).

Tutto il mondo giace nel maligno (1 Giovanni 5:19).

La luce è venuta nel mondo, e gli uomini hanno amato le tenebre più che la luce, perché le loro opere erano malvage. Poiché chiunque fa cose malvage odia la luce e non viene alla luce, perché le sue opere non siano riprovate… (Giovanni 3:19-20).

Se il mondo vi odia, sapete bene che prima di voi ha odiato me (Giovanni 15:18).

Come mai sei caduto dal cielo, o astro mattutino, figliuol dell’aurora?! Come mai sei atterrato, tu che calpestavi le nazioni?! Tu dicevi in cuor tuo: “Io salirò in cielo, eleverò il mio trono al disopra delle stelle di Dio; io m’assiderò sul monte dell’assemblea, nella parte estrema del settentrione; salirò sulle sommità delle nubi, sarò simile all’Altissimo” (Isaia 14:12-14).

E vi fu battaglia in cielo: Michele e i suoi angeli combatterono col dragone, e il dragone e i suoi angeli combatterono, ma non vinsero, e il luogo loro non fu più trovato nel cielo. E il gran dragone, il serpente antico, che è chiamato Diavolo e Satana, il seduttore di tutto il mondo, fu gettato giù; fu gettato sulla terra, e con lui furon gettati gli angeli suoi. … E quando il dragone si vide gettato sulla terra, perseguitò la donna che avea partorito il figliuolo maschio (Apocalisse 12:7-9, 13).

Parole di Dio attinenti:

Ecco come sono andate le cose: quando la terra ancora non esisteva, l’arcangelo era il più grande degli angeli del cielo. Aveva la giurisdizione sugli angeli del cielo; questa era l’autorità che Dio gli aveva concesso. A eccezione di Dio, era il più grande degli angeli del cielo. Quando Dio successivamente creò l’umanità, l’arcangelo consumò un tradimento più grande verso Dio sulla terra. Dico che tradì Dio perché desiderava gestire l’umanità e oltrepassare il potere di Dio. Fu l’arcangelo a indurre Eva al peccato; agì in questo modo perché desiderava stabilire il suo regno sulla terra e costringere l’umanità a tradire Dio e a obbedire invece a esso. … L’arcangelo volle dunque oltrepassare il potere di Dio e tradirLo. Poi, indusse molti angeli a tradire Dio, i quali in seguito divennero degli spiriti immondi.

da “Dovresti sapere come si è evoluta l’umanità intera fino a oggi” in La Parola appare nella carne

Nel mondo dello spirito si combatte una battaglia lungo queste linee: è vana speranza di Satana corrompere in certa misura l’umanità, rendere il mondo infame e malvagio, e così trascinare l’uomo nel fango e mandare all’aria il piano di Dio.

da “Interpretazione del quinto discorso” in La Parola appare nella carne

Per tutto questo tempo Satana ha operato sull’uomo, nella vana speranza di inghiottire l’umanità e pertanto indurre Dio a distruggere il mondo e perdere la Sua testimonianza.

da “Interpretazione del sesto discorso” in La Parola appare nella carne

Dio opera, Si prende cura e osserva una persona, e Satana la perseguita a ogni passo. Chiunque è favorito da Dio, anche Satana lo tiene d’occhio, standogli alle calcagna. Se Dio vuole questa persona, Satana fa fatto tutto quanto in suo potere per ostacolarLo, utilizzando vari modi malvagi per tentare, tormentare e distruggere l’operato compiuto da Dio, al fine di raggiungere il suo obiettivo nascosto. Qual è il suo obiettivo? Non vuole che Dio abbia nessuno; vuole tutti quelli che Dio vuole, per possederli, controllarli, e prenderne il governo cosicché lo adorino, e commettano azioni malvagie al suo fianco. Non è questo il motivo riprovevole di Satana? … Satana è in guerra con Dio, standoGli alle calcagna. Ha come obiettivo di demolire tutta l’opera che Dio vuole edificare, per possedere e controllare coloro che Dio vuole, per annientarli completamente. Se non vengono distrutti, diventano sua proprietà per essere usati da Satana: ecco il suo obiettivo.

da “Dio Stesso, l’Unico IV” in La Parola appare nella carne

Da lungo tempo il demonio ha piantato il canceroso seme dell’ateismo nel giovane cuore dell’uomo, insegnandogli menzogne quali “apprendere la scienza e la tecnologia, realizzare le Quattro Modernizzazioni, nel mondo non esiste alcun Dio”. E, come se non bastasse, ha ripetutamente proclamato: “Costruiamo una bellissima patria mediante il nostro solerte lavoro”, chiedendo a tutti di essere pronti sin dall’infanzia a servire il proprio paese. L’uomo è stato inconsapevolmente condotto al cospetto del Malvagio e questi se ne è assunto il merito senza alcuna esitazione (riferendosi a Dio che tiene nelle Sue mani l’intero genere umano). Mai, neppure una volta, il demonio se ne è vergognato o ha provato il benché minimo senso del pudore. Inoltre, senza alcun ritegno, ha imprigionato il popolo di Dio dentro la propria dimora, saltando sul tavolo come un topo e facendo sì che l’uomo lo adorasse come Dio. Ecco di che razza di spietato bandito si tratta! Proclama a gran voce affermazioni scandalose come: “Non esiste alcun Dio nel mondo. Il vento è dovuto a cause naturali; la pioggia è umidità che si condensa e cade a gocce sulla terra; il terremoto è lo scuotersi della superficie della terra causato dai cambiamenti geologici; la siccità è dovuta all’aria secca provocata dalle scissioni nucleari che hanno luogo sulla superficie del sole. Si tratta di fenomeni naturali. Che ruolo ha Dio in tutto questo?” Osa persino proclamare a gran voce[a] affermazioni spudorate come: “In origine l’uomo si è evoluto dalle antiche scimmie, e il mondo di oggi è frutto del progresso di società primitive di circa un miliardo di anni fa. Che un Paese fiorisca o decada è stabilito dalle mani della sua popolazione”. Alle spalle, fa sì che l’uomo lo appenda a testa in giù sulle pareti e lo metta su tavole perché sia onorato e venerato. Mentre proclama a gran voce: “Non esiste alcun Dio”, considera se stesso come Dio e spinge Dio fuori dai confini della terra, inesorabilmente. Si erge al posto di Dio e agisce come re dei demoni. Com’è grottesco! Fa sì che l’uomo venga consumato da un odio velenoso. Sembra che Dio sia suo nemico giurato e che sia in inconciliabile contrasto con lui. Progetta di scacciare via Dio, tenendosi impunito a debita distanza.[1] Di un tale re di demoni si tratta! Come possiamo tollerarne l’esistenza? Costui non troverà riposo finché non avrà interferito con l’opera di Dio, sino a lasciarla a brandelli nel caos più completo,[2] come se volesse opporsi a Dio sino alla fine, sino a che l’uno o l’altro soccomba. Deliberatamente si oppone a Dio e Gli si fa sempre più vicino. Il suo odioso viso è stato del tutto smascherato da tempo e ora è pesto e malconcio,[3] in condizioni terribili, eppure egli non recede minimamente dal proprio odio per Dio, come se volesse poterLo divorare completamente in un solo boccone per dare sollievo all’odio che ha nel cuore.

da “Lavoro e ingresso (7)” in La Parola appare nella carne

Da cima a fondo e dall’inizio alla fine, ha interferito con l’opera di Dio e ha agito in disaccordo con Lui. Tutto il discorso dell’“antico patrimonio culturale”, della preziosa “conoscenza della cultura antica”, degli “insegnamenti del taoismo e confucianesimo” e dei “riti classici e medievali del confucianesimo” ha portato l’uomo all’inferno. La scienza e la tecnologia avanzate del giorno d’oggi, così come l’industria, l’agricoltura e il commercio sviluppati sono insussistenti. Egli si limita, invece, a enfatizzare i riti feudali diffusi dalle antiche “scimmie” per interrompere, ostacolare e distruggere deliberatamente il lavoro di Dio. Non solo ha afflitto l’uomo fino al giorno presente, ma vuole consumarlo[4] completamente. L’insegnamento del codice etico feudale e la trasmissione dell’antica cultura hanno da tempo infettato gli uomini trasformandoli in demoni, grandi o piccoli che siano. Non sono rimasti che pochi individui disposti ad accettare prontamente Dio e ad accogliere con giubilo la Sua venuta. Il volto dell’uomo è colmo di volontà omicida e, in ogni luogo, la morte è nell’aria. Gli uomini cercano di bandire Dio da questa terra; con coltelli e spade in mano, si schierano in formazione da battaglia per annientare Dio. Idoli vengono sparsi per tutta la terra del diavolo, dove all’uomo viene incessantemente insegnato che non esiste alcun Dio. Sopra questa terra si diffonde un nauseante odore di carta e incenso che bruciano, così denso da soffocare. Sembra l’odore di fango che si leva quando il serpente si torce e si avvolge, ed è sufficiente a far sì che l’uomo non possa fare a meno di vomitare. Inoltre, si possono vagamente sentire demoni maligni che intonano le scritture. Questo suono sembra venire dalle profondità dell’inferno e l’uomo non può fare a meno di avvertire un brivido lungo la schiena. Per tutta questa terra vengono diffusi idoli di tutti i colori dell’arcobaleno, che trasformano la regione in un mondo abbagliante, e il re dei demoni ha un sorriso stampato sul volto, come se il suo piano malvagio abbia avuto successo. Nel frattempo, gli uomini sono totalmente all’oscuro di ciò, e non sanno che il diavolo li ha già completamente corrotti al punto da renderli sconfitti e privi di senso. Il demonio desidera cancellare Dio in un sol soffio, per insultarLo e assassinarLo di nuovo, e tentare di fare a pezzi e interrompere la Sua opera. Come potrebbe conferire a Dio una “pari dignità”? Come potrebbe tollerare che Dio “interferisca” con il suo lavoro in mezzo agli uomini sulla terra? Come potrebbe permettere che Dio smascheri il suo odioso volto? Come potrebbe permettere che Dio interferisca con il suo lavoro? Come potrebbe questo demonio, fumante di rabbia, permettere che Dio controlli la sua dinastia regnante sulla terra? Come potrebbe di buon grado ammettere la sconfitta? Il suo detestabile comportamento è stato svelato per ciò che è, pertanto non si sa davvero se ridere o piangere, ed è estremamente difficile parlarne. Non è questa la sua essenza?

da “Lavoro e ingresso (7)” in La Parola appare nella carne

Per migliaia di anni questa è stata la terra della sporcizia, è insopportabilmente sporca, la miseria abbonda, fantasmi si aggirano in ogni angolo, illudendo e ingannando, facendo accuse prive di fondamento, rozzi e viziosi, mentre calpestano questa città fantasma e la lasciano disseminata di cadaveri; il puzzo di putrefazione copre la terra e pervade l’aria, e la regione è pesantemente sorvegliata. Chi riesce a vedere il mondo oltre i cieli? Il diavolo avvinghia strettamente tutto il corpo dell’uomo, gli cava entrambi gli occhi e gli sigilla ermeticamente le labbra. Il re dei demoni vi imperversa da diverse migliaia di anni e ancora tiene strettamente d’occhio la città fantasma, come se fosse un impenetrabile “palazzo di demoni”; questo branco di cani da guardia, nel frattempo, resta a fissare con occhi abbagliati, terrorizzati che Dio li possa cogliere di sorpresa e li spazzi via, lasciandoli senza un luogo di “pace e felicità”. … Desta poca meraviglia, allora, che il Dio incarnato rimanga completamente nascosto: in una società tenebrosa come questa, dove i demoni sono spietati e disumani, come potrebbe il re dei demoni, che uccide le persone in un batter d’occhio, tollerare l’esistenza di un Dio che è amabile, mite e persino santo? Come potrebbe applaudire e festeggiare l’arrivo di Dio? Questi lacchè! Ripagano la gentilezza con l’odio, da lungo tempo disdegnano Dio, abusano di Dio, sono selvaggi oltre ogni limite, non hanno il benché minimo riguardo per Dio, devastano e saccheggiano, hanno perso completamente la coscienza… Libertà religiosa? Diritti e interessi legittimi dei cittadini? Sono tutti trucchi per celare il peccato! … Perché frapporre un simile impenetrabile ostacolo all’opera di Dio? Perché impiegare diversi trucchi pur di ingannare il popolo di Dio? Dove sono l’autentica libertà e i legittimi diritti e interessi? Dov’è l’equità? Dov’è la comodità? Dov’è il calore? Perché usare schemi ingannevoli per prendersi gioco del popolo di Dio? Perché usare la forza per sopprimere la venuta di Dio? Perché non permettere a Dio di percorrere liberamente la terra che Egli Stesso ha creato? Perché dare la caccia a Dio fino al punto che Egli non abbia alcun luogo dove posare il capo? Dov’è il calore tra gli uomini? Dov’è il benvenuto tra la gente? Perché causare un tale disperato anelito in Dio? Perché far sì che Dio chiami ripetutamente? Perché forzare Dio a preoccuparsi per il Suo amato Figlio? Perché questa società tenebrosa e i suoi tristi cani da guardia non permettono a Dio di andare e venire nel mondo che Egli stesso ha creato?

da “Lavoro e ingresso (8)” in La Parola appare nella carne

Satana si conquista la sua fama ingannando la gente, e spesso si impone come una guida e un modello di comportamento e rettitudine. Sotto il vessillo della difesa della rettitudine, danneggia gli uomini, distrugge le loro anime, e usa ogni mezzo possibile per inebetirli, imbrogliarli e istigarli. Il suo obiettivo è far sì che essi lo approvino e seguano la sua condotta malvagia, in modo tale da unirsi a lui per opporsi all’autorità e alla sovranità di Dio. Tuttavia, se una persona che conosce i suoi intrighi, le sue trame e le sue caratteristiche vili, a un certo punto non vuole continuare a essere offesa e ingannata, o a lavorare come una schiava per lui, oppure a essere punita e distrutta insieme a lui, allora Satana si toglie il suo costume da santo e si toglie la sua maschera di falsità per rivelare la sua vera faccia malvagia, viziosa, brutta e selvaggia. Sopra ogni cosa vorrebbe sterminare tutti coloro che si rifiutano di seguirlo e si oppongono alle sue forze maligne. A questo punto Satana non può più sembrare degno di fiducia e gentile; invece, vengono fuori le sue reali caratteristiche pericolose e diaboliche, nascoste sotto la sua veste di agnello. Una volta che le sue trame e le sue reali caratteristiche sono portati alla luce, Satana si infuria e dimostra tutta la sua barbarie; il suo desiderio di danneggiare e distruggere le persone non fa che rafforzarsi. Ciò accade perché esso si adira per la presa di coscienza dell’uomo; Satana sviluppa infatti un forte sentimento di vendetta nei confronti di quest’ultimo per il suo desiderio di libertà e di luce, e di fuga dalla prigione del demonio. La sua ira mira a difendere la sua malvagità, ed è anche una autentica rivelazione della sua natura crudele.

… Le ragioni per cui Satana è esasperato e furioso sono diverse: i suoi indicibili intrighi sono stati svelati; le sue trame non rimangono facilmente impunite; la sua ambizione selvaggia e il suo desiderio di sostituire Dio e di agire come Lui sono stati colpiti e bloccati; il suo obiettivo di controllare tutta l’umanità si è concluso con un nulla di fatto e non potrà mai essere raggiunto.

da “Dio Stesso, l’Unico II” in La Parola appare nella carne

Note a piè di pagina:

1. “Tenendosi impunito a debita distanza” indica che il diavolo si abbandona a una furia cieca e si scatena.

2. “Nel caos più completo” si riferisce a come il comportamento violento del diavolo sia intollerabile per gli esseri umani.

3. “Pesto e malconcio” si riferisce al volto orrendo del re dei diavoli.

4. “Consumarlo” si riferisce al comportamento violento del re dei diavoli, che depreda completamente gli esseri umani.

a. Il testo originale dice: “Alcuni perfino gridano”.

Contenuti correlati