Chi dobbiamo ascoltare quando esaminiamo il Lampo da Levante?

29 Luglio 2020

di Su Xing, Cina

Negli ultimi mesi la pandemia ha continuato a diffondersi e il numero di casi confermati e di decessi aumenta sempre più. In tutto il mondo si registra un gran numero di catastrofi, tra cui sciami di insetti, inondazioni e incendi, mentre incombe la minaccia di guerra. Molti cristiani hanno capito che il Signore è già ritornato e ora cercano la Sua manifestazione. Oggigiorno soltanto la Chiesa di Dio Onnipotente testimonia che il Signore è ritornato, e molti ora ricercano ed esaminano la manifestazione e l’opera di Dio Onnipotente. Sempre più persone, dopo aver udito le parole di Dio Onnipotente, capiscono con certezza che si tratta della voce di Dio e quindi accolgono l’opera di Dio Onnipotente negli ultimi giorni. Eppure vi sono persone che, quando vedono l’opera di Dio Onnipotente calunniata e condannata dal governo del PCC e da pastori e anziani del mondo religioso, danno retta a tali fonti. Non credono che questa sia la vera via e non osano ricercarla né esaminarla. Anche se dobbiamo essere cauti nell’esaminare la vera via, è forse in linea con la verità dare credito alle parole del governo del PCC e di pastori e anziani quale criterio per stabilire se si tratta della vera via o di una falsa via? Chi di preciso dobbiamo ascoltare quando esaminiamo la vera via per poter accogliere il ritorno del Signore? Terremo qui una condivisione per analizzare tali questioni.

Credere alla condanna da parte del PCC significa credere alle parole di Satana

Tutti sappiamo che il governo del PCC è un governo ateo. Da quando è giunto al potere, il PCC ha sempre propagandato l’ateismo, il materialismo e l’evoluzionismo. Ha sempre negato l’esistenza di Dio e ha propugnato falsità sataniche come “Non c’è mai stato alcun Salvatore”, “Il nostro destino è nelle nostre mani” e “L’uomo può creare una meravigliosa casa con le sue mani”. Il PCC ha anche condannato pubblicamente il Cristianesimo definendolo “xie jiao” e la Bibbia quale libro di una setta “xie jiao”. Ha demolito moltissime chiese, ha bruciato innumerevoli copie della Bibbia e ha arrestato arbitrariamente e perseguitato cristiani e cattolici. Da questa folle persecuzione del Cristianesimo e del Cattolicesimo possiamo vedere che il PCC disprezza particolarmente la verità e Dio. Come potrebbe un regime satanico che si oppone a Dio riconoscere la manifestazione e l’opera di Dio? Il PCC semplicemente si rifiuta di riconoscere che esista una vera via, tanto meno che esista un Dio. Quando si tratta di stabilire se una via sia o no la vera via, che differenza c’è allora fra credere alle dicerie e alle menzogne del PCC e credere alle parole del diavolo Satana?

Inoltre tutti sappiamo che la vera via subisce persecuzioni da tempo immemorabile. Tutti i regimi satanici nutrono il massimo odio per Dio e per la verità e, più una cosa è riferita a Dio, più freneticamente la contrastano. Per questo ogni volta che Dio viene a compiere la Sua opera viene inevitabilmente perseguitato e condannato dal regime satanico: è un dato di fatto innegabile. Quando il Signore Gesù tanti anni fa pronunciò i Suoi sermoni e compì la Sua opera, i sommi sacerdoti e i farisei della religione ebraica agirono in collusione con le autorità romane per crocifiggere Gesù. Potremmo allora negare il fatto che il Signore Gesù sia Cristo per via della condanna, della persecuzione, delle menzogne e della diffamazione da parte del regime al potere? Analogamente, Dio oggi è ritornato per compiere la Sua opera e il PCC ha intensificato la sua folle condanna e la sua blasfemia nei confronti della manifestazione e dell’opera di Dio. Arresta arbitrariamente e perseguita i cristiani e sfrutta i mezzi di informazione su Internet in patria e all’estero per diffondere menzogne che calunniano l’opera di Dio e fuorviano coloro che non conoscono la verità. Si comporta così per paura, perché teme che Dio Si sia manifestato e stia operando per salvare l’umanità e che l’intera umanità accolga la verità e si presenti dinanzi a Dio. Ancor più teme che le parole di Dio si avverino in terra, che il Suo regno si manifesti in terra, e allora l’intera umanità respingerà il PCC. Per questo il governo cinese reprime freneticamente e perseguita con crudeltà la Chiesa di Dio Onnipotente. Questo è il suo motivo fondamentale per calunniare e condannare l’opera di Dio. Se davvero abbiamo discernimento, dobbiamo stabilire quale sia la vera via in base a ciò che più viene contrastato e odiato da questo regime satanico. Viceversa, se rinunciamo a esaminare l’opera di Dio Onnipotente negli ultimi giorni perché viene contrastata e condannata dal governo cinese, saremmo davvero degli sciocchi.

Nell’esaminare la vera via è giusto credere a ciò che dicono pastori e anziani e non ascoltare la parola di Dio?

Secondo alcuni, il governo del PCC si è sempre opposto a Dio e non ci si può fidare di niente di ciò che mette su Internet, ma pastori e anziani, invece, conoscono bene la Bibbia e la capiscono, perciò non si può sbagliare nell’ascoltarli quando si esamina la vera via. Ma dobbiamo considerare quanto segue: chi conosce bene la Bibbia può dimostrare di capire la verità? Può dimostrare di conoscere Dio? Se ripensiamo ai sommi sacerdoti, agli scribi e ai farisei della religione ebraica, conoscevano bene le Scritture e spesso le spiegavano agli altri. Ma quando il Signore Gesù Si manifestò e compì la Sua opera, riconobbero forse in Lui il Messia? Riconobbero nelle Sue parole la verità, la voce di Dio? Non solo non riconobbero il Signore, ma per salvaguardare la propria posizione e il proprio sostentamento contrapposero al Signore il significato letterale delle Scritture, inventarono dicerie nei Suoi confronti e Lo screditarono. Lo perseguitarono furiosamente e Lo bestemmiarono e infine agirono in collusione con le autorità romane per crocifiggere il Signore Gesù. Questi dati di fatto dimostrano in maniera più che sufficiente che se qualcuno conosce bene la Bibbia e la spiega di frequente ciò non significa che capisca la verità, tanto meno che conosca Dio. Questa era una cosa che i fedeli ebrei dell’epoca non capivano a fondo, e riguardo ai farisei i fedeli non avevano discernimento. In merito all’opportunità di accogliere il Signore, credevano ciecamente a ciò che dicevano i loro capi e, sebbene alcuni sapessero bene che le parole e l’opera del Signore Gesù possedevano autorità e potenza, continuavano a credere alle dicerie e alle calunnie diffuse dai farisei del mondo religioso. Perciò si lasciarono ingannare e si unirono alle autorità religiose nel condannare e respingere il Signore Gesù. Non solo non ricevettero la salvezza offerta dal Signore, ma furono anzi puniti da Dio.

Proprio nello stesso modo, sebbene pastori e anziani di oggi conoscano bene la Bibbia, questo non dimostra che capiscano la verità o che conoscano Dio. Normalmente, gran parte di ciò che predicano riguarda la conoscenza biblica e la teologia; molto di rado predicano o testimoniano le parole del Signore Gesù. La loro conoscenza biblica e la loro teologia non possono nutrire la vita delle persone e, per quante cose loro possano sapere, questo non indica minimamente che capiscano la verità o che conoscano il Signore. Più di tutto ora abbiamo bisogno di capire alcune verità, per esempio perché il mondo religioso sia tanto desolato, come risolvere la causa profonda della desolazione della Chiesa, come ricercare le orme di Dio, come accogliere il Signore, come fare la volontà di Dio e obbedire al Signore, come essere liberi dalle catene e dai vincoli del peccato ed essere purificati in modo da essere in armonia con Cristo, e così via. Pastori e anziani non hanno mai predicato simili verità perché non le capiscono nemmeno loro. Se capissero la verità, i fedeli ne trarrebbero nutrimento. Se gli stessi pastori e anziani non capiscono la verità e non conoscono il Signore, come possono guidarci ad accogliere il ritorno del Signore? Dice la Bibbia: “Adora il Signore Dio tuo e a Lui solo rendi il culto” (Matteo 4:10). “Questo popolo Mi onora con le labbra, ma il loro cuore è lontano da Me. Invano Mi rendono il loro culto, insegnando dottrine che sono precetti d’uomini” (Matteo 15:8-9). “Maledetto L’uomo che confida nell’uomo e fa della carne il suo braccio, e il cui cuore si ritrae da Jahvè!” (Geremia 17:5). Il Signore ci consiglia di magnificare la grandezza di Dio nella nostra fede e di adorare Dio con cuore sincero. Non dobbiamo tenere altri nel cuore, né credere facilmente a ciò che dicono gli altri, altrimenti il Signore non ci loderà mai, anche se Lo seguiamo sempre. Nella nostra fede in Dio, se crediamo ciecamente a pastori e anziani in merito all’importante questione di esaminare la vera via, e lasciamo che siano loro a disporre del nostro fato e della nostra destinazione, che genere di problema è questo? Significa credere in Dio o credere alle persone? Esaminando la vera via, dobbiamo ascoltare ciò che dice Dio o ciò che dicono pastori e anziani? Se, mentre esaminiamo la vera via, non abbiamo opinioni nostre ma ci limitiamo a credere ciecamente alle parole degli altri, questo non significa forse non assumerci responsabilità nei confronti della nostra vita? Saremmo allora inclini a commettere gli stessi errori degli ebrei comuni di tanti anni fa e verremmo abbandonati ed eliminati dal Signore!

Nell’esaminare la vera via dobbiamo ascoltare la voce di Dio

Quando si tratta di esaminare la vera via, dobbiamo avere nostre opinioni, anziché credere ciecamente a ciò che dicono pastori e anziani o il governo cinese. Dobbiamo mettere in pratica le parole del Signore, poiché soltanto allora potremo accogliere la manifestazione del Signore. Il Signore Gesù disse: “Ecco, Io sto alla porta e busso: se qualcuno ascolta la Mia voce e apre la porta, Io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con Me” (Apocalisse 3:20). “Le Mie pecore ascoltano la Mia voce e Io le conosco, ed esse Mi seguono” (Giovanni 10:27). I capitoli 2 e 3 del libro dell’Apocalisse profetizzano più volte: “Chi ha orecchi ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese” (Apocalisse 2:7). Le parole di Dio Onnipotente dicono: “Dal momento che stiamo cercando le orme di Dio, dobbiamo cercare la volontà di Dio, le parole di Dio, le enunciazioni di Dio – poiché dove ci sono le nuove parole di Dio, c’è la voce di Dio e, dove ci sono le orme di Dio, ci sono le opere di Dio. Dove c’è l’espressione di Dio, c’è l’apparizione di Dio e dove c’è l’apparizione di Dio esiste la verità, la via, e la vita. Mentre cercavate le orme di Dio, ignoravate le parole: ‘Dio è la verità, la via e la vita’. Così, quando molte persone ricevono la verità, non credono di aver trovato le orme di Dio né ancor meno riconoscono l’apparizione di Dio. Che grave errore è questo!” (“L’apparizione di Dio ha introdotto una nuova età” in “La Parola appare nella carne”). Da questo possiamo vedere che Dio al Suo ritorno negli ultimi giorni esprime ancora parole e noi dobbiamo essere le vergini savie che si concentrano sull’ascoltare la voce di Dio. Le vergini savie hanno la giusta levatura e sono sensibili dal punto di vista spirituale; sono in grado di riconoscere dai discorsi di Cristo che queste parole sono la verità, la via della vita, e così sono in grado di riconoscere la voce di Dio e di accogliere la Sua manifestazione. Quando nell’Età della Grazia il Signore Gesù Si manifestò e compì la Sua opera, per esempio, espresse la via dicendo: “Ravvedetevi, perché il Regno dei Cieli è vicino” (Matteo 4:17). Pietro, Giovanni e gli altri discepoli che seguivano il Signore Gesù riconobbero tutti il Signore tramite la voce di Dio. Percepivano che quanto espresso dal Signore era la verità e così abbandonarono senza esitazione i genitori e la propria casa per seguire il Signore, e furono da Lui personalmente dissetati e pasciuti. Nel periodo in cui seguirono il Signore Gesù furono tormentati e ostacolati in ogni modo dai farisei e calunniati e condannati dalle autorità romane. Però ascoltarono solamente le parole di Dio e Gli obbedirono, rifiutandosi di farsi turbare o ingannare dal potere costituito o dai farisei del mondo religioso. Avendo riconosciuto Cristo, Lo seguirono fino alla fine, rivolsero a Lui le loro preghiere ed ebbero esperienza delle Sue parole. Gradatamente andarono incontro a una maturazione nella vita e giunsero ad avere una certa conoscenza di Dio. I fedeli ebrei, invece, che erano rigidi, ignoranti e ostinati, anche se nelle parole del Signore Gesù udivano l’autorità e la potenza e sapevano che nessun essere umano avrebbe potuto dire cose simili, comunque non riuscirono a credere in Lui e a seguirLo. Vacillarono al primo accenno di tormento e di inganno da parte dei farisei; credevano in Dio ma non riuscivano a udire le Sue parole, non avevano discernimento né opinioni proprie e si spinsero perfino a schierarsi dalla parte di Satana opponendosi a Dio. Alla fine simili persone potevano soltanto essere abbandonate ed eliminate da Dio, precipitando all’inferno per essere punite per l’eternità. Pertanto, quando esaminiamo la vera via, non dobbiamo credere ciecamente a ciò che dicono gli altri, ma dobbiamo concentrarci sull’ascoltare la voce di Dio e sul riconoscere che Cristo è la verità, la via e la vita. Questo è della massima importanza.

Il Vangelo di Dio Onnipotente degli ultimi giorni ora è diffuso nell’intero universo, e il libro delle parole classiche espresse da Dio Onnipotente – “La Parola appare nella carne” – è stato tradotto in oltre 20 lingue ed è disponibile pubblicamente su Internet, perché l’intera umanità possa ricercare ed esaminare. Dio Onnipotente esprime tutte le verità per salvare l’umanità, per esempio che cosa sia la vera fede in Dio, che cosa siano la sottomissione a Dio e l’amore per Lui, come possiamo temere Dio ed evitare il male, come possiamo essere in armonia con Cristo, come possiamo vivere una vita significativa, e altro ancora. Persone di tutti i paesi del mondo che bramavano la manifestazione di Dio hanno riconosciuto la Sua voce nelle parole di Dio Onnipotente. Hanno capito con certezza che tali parole sono le verità espresse da Dio per purificare e salvare l’uomo, e una dopo l’altra si sono presentate alla casa di Dio. Per quanto pastori e anziani cerchino di frapporsi o per quante calunnie e bestemmie diffonda il governo cinese, queste persone seguono fedelmente Dio. Costituiscono perciò le vergini savie, sono coloro che sono stati rapiti e innalzati dinanzi al trono di Dio, coloro che hanno l’occasione di essere purificati e perfezionati da Dio e di essere resi da Dio dei vincitori negli ultimi giorni. Altri invece capiscono che le parole di Dio Onnipotente esprimono tutta la verità, che sono la voce di Dio, eppure si lasciano ingannare e vincolare quando ascoltano le interdizioni espresse da pastori e anziani e non osano esaminare l’opera di Dio. Si spingono perfino a dubitare della vera via e dell’opera di Dio: è così che si comportano le vergini savie? Dio potrebbe pronunciare cento parole e loro non riuscirebbero a crederci fino in fondo, ma quando qualcuno dell’umanità corrotta dice anche una sola parola loro la accolgono con tutto il cuore: non sono forse le vergini stolte? Quando esaminano la vera via, le vergini stolte non ascoltano la voce di Dio, ascoltano invece la voce dell’uomo. Sono continuamente tormentate e ingannate da Satana e alla fine saranno divorate da Satana. Perderanno la salvezza offerta da Dio, saranno abbandonate ed eliminate da Dio e saranno spazzate via dalle catastrofi, il che avvera precisamente queste parole della Bibbia: “Il Mio popolo perisce per mancanza di conoscenza” (Osea 4:6) e “Gli stolti muoiono per mancanza di senno” (Proverbi 10:21).

Ora, l’opera di Dio Onnipotente negli ultimi giorni giungerà presto al termine. Vogliamo essere come Pietro, essere persone che ascoltano la voce di Dio e accolgono il Signore? Oppure vogliamo essere come i fedeli ebrei, seguendo ciecamente ciò che dicono pastori e anziani e il regime satanico, perdendo così la salvezza offerta da Dio? Scegliere di ascoltare le parole di Dio oppure le parole dell’uomo nell’esaminare la vera via sarà ciò che deciderà il nostro destino e la nostra fine! Come dice Dio Onnipotente: “L’opera di Dio assomiglia a enormi onde. Nessuno Lo può contenere e nessuno può fermarNe i passi. Solo coloro che ascoltano con attenzione le Sue parole e che Lo cercano assetati possono seguire le Sue orme e ricevere la Sua promessa. Coloro che non lo fanno, saranno travolti da un’immane catastrofe e riceveranno la meritata punizione” (“Dio sovrintende al destino dell’intera umanità” in “La Parola appare nella carne”).

Nota del redattore: Se hai domande o problemi, mettiti in contatto con noi tramite la chat e potremo esaminarli e discuterli assieme.

Desideravi che il Salvatore venisse per la seconda volta a salvare completamente l’umanità? Il Signore è arrivato ormai da tempo per esprimere la verità e purificare e salvare l’uomo. Se vuoi saperne di più, mettiti in contatto con noi tramite Whatsapp.
Contattaci su Messenger
Contattaci su WhatsApp

Contenuti correlati

Cos'è la redenzione? Conosci il vero significato di redenzione del Signore Gesù?

molti fratelli e sorelle nel Signore credono che il Signore Gesù fu crocifisso per redimerci e perdonare tutti i nostri peccati, che il Signore non ci considera più come peccatori, che siamo giustificati per fede e, quando il Signore tornerà, saremo direttamente rapiti nel Regno dei Cieli. Ma tale visione è ragionevole e in armonia con la volontà del Signore? Quale è il vero significato della redenzione compiuta dal Signore Gesù? Sebbene siamo stati redenti dal Signore Gesù, soffriamo ancora per la schiavitù del peccato e spesso commettiamo peccati. In questo modo, siamo veramente in grado di essere rapiti direttamente nel Regno dei Cieli? Per scoprire la risposta, leggete quanto segue.

Rispondi